Antipirateria: Nave Doria interviene in soccorso della “Pacific Express” 

21 settembre 2011 12.28

Questa mattina il Cacciatorpediniere Andrea Doria, impegnato in Oceano Indiano nell’ambito dell’operazione antipirateria della NATO denominata Ocean Shield, è intervenuto in assistenza al mercantile cipriota “Pacific Express”, oggetto di un tentativo di sequestro da parte di pirati armati.

L’attacco, reso vano dalla pronta reazione dell’equipaggio che si è chiuso nella cittadella (parte protetta della sovrastruttura), è durato quasi tutta la notte e ha anche provocato un incendio a bordo.

Al suo arrivo in zona, circa 200 miglia ad est di Mombasa, Nave Doria si è avvicinata al mercantile e, verificata l’assenza di pirati a bordo, presumibilmente fuggiti alla vista dell’unità militare, ha inviato un team di sicurezza per liberare l’equipaggio.

Successivamente il Comandante della Pacific Express, vista la gravità dell’incendio, ha dichiarato la nave persa e ha chiesto soccorso alla nostra unità.

Al momento il Cacciatorpediniere Andrea Doria ha imbarcato l’intero equipaggio del mercantile (Comandante di nazionalità ucraina e 25 marinai filippini) e dirige verso Mombasa dove hanno richiesto di essere sbarcati.

Nave Doria, sede di nave Comando della missione Nato Standing Nato Maritime Group 1, sotto il comando del Contrammiraglio Gualtiero Mattesi, è impegnato dal 14 giugno scorso nell'Oceano Indiano nell'ambito dell'operazione NATO “Ocean Shield” per contrastare il fenomeno della pirateria.

Le forze aereo-navali alleate continuano le operazioni per prevenire e contrastare le attività criminali contro il traffico mercantile nell’area.