Skip Navigation LinksHome page > Conosciamoci > Giornale di Bordo

Costa Concordia. Elicotteri della Marina Militare in volo notturno per soccorrere i feriti


16 gennaio 2012 12.48

Si sono alzati in volo alle 01,45 della notte tra venerdì 13 e sabato 14 i due elicotteri della Marina Militare che hanno fornito un importante contributo ai soccorsi per il salvataggio dei passeggeri della Concordia.
Uno dei due EH101, partiti dalla Stazione Elicotteri della Marina Militare di Luni, ha raggiunto la nave, piegata su un fianco a ridosso della costa dell’isola del Giglio, da cui sono state estratte e portate in salvo due donne ferite, una delle quali impossibilitata a muoversi a causa di una gamba rotta.
Un'operazione delicata e di alta specializzazione – nelle parole del Comandante Gianluca Arlotta, alla guida dell’elicottero – reso possibile dall’aiuto dei visori notturni ad intensificazione di luce, appositamente sviluppati per questo tipo di operazioni, e dallo speciale addestramento degli uomini della Marina Militare”.
Il secondo velivolo, pilotato dal Comandante Giuseppe Diana, si è contemporaneamente occupato del trasporto di squadre dei Vigili del Fuoco direttamente a bordo della nave passeggeri.
Gli elicotteri hanno continuato la missione anche in orario diurno, sorvolando la zona, a disposizione per il supporto alle ultime operazioni di soccorso.
La Marina Militare continua a garantire supporto ed assistenza alle operazioni di soccorso, attraverso la fornitura di materiale e personale specializzato del Gruppo Operativo Subacqueo (GOS) , assicurando, in particolare, la disponibilità della camera iperbarica montata a bordo della Nave d'appoggio Pedretti, da ieri presente in zona. (G.S.)