Skip Navigation LinksHome page > Conosciamoci > Giornale di Bordo

Steadfast Jazz 13: atto conclusivo per Nave Duilio con la visita dell’Ambasciatore d’Italia in Polonia


20 novembre 2013 09.15

Si è recentemente conclusa, nelle acque del Mar Baltico, l’ esercitazione NATO Steadfast Jazz 2013 che ha visto la partecipazione del Cacciatorpediniere Caio Duilio.

Al rientro nel porto di Gdynia, base di riferimento per gli assetti delle nazioni alleate, lambasciatore italiano in Polonia, Riccardo Guariglia, accompagnato dal console onorario, Claudia Filippi Chodorowska e dall’addetto militare italiano a Varsavia, generale di brigata Filippo Campores, ha fatto visita ai 240 uomini e donne dell’equipaggio dell’Unità della Marina Militare Italiana e ha parlato in assemblea generale delle relazioni tra Italia e Polonia, esprimendo il più vivo compiacimento per lo spessore delle attività condotte dalla Marina Militare, ambasciatrice d’Italia nel mondo.

All’interno del Gruppo Navale, costituito dalla fregata antiaerea olandese De Ruyter, dalla fregata polacca Kosciuszko e dal sommergibile polacco Sokol, Nave Duilio, al comando del capitano di vascello Fabio Agostini, la maggiore delle unità presenti, ha assicurato le funzioni di coordinamento della difesa aerea e di superficie, oltre ad aver condotto numerose attività addestrative antisommergibile.

Nel corso dell’esercitazione appena conclusa, il Cacciatorpediniere è stato anche protagonista della prima Medevac (medical evacuation) eseguita per la prima volta da un elicottero da pattugliamento marittimo SH-90.

L’elicottero, unico assetto della formazione navale disponibile nella circostanza, è intervenuto, in breve tempo nonostante le avverse condizioni meteo-marine in zona, in soccorso di un militare polacco infortunatosi ad entrambi gli arti a bordo dell’unità Kosciuszko, trasportandolo nel vicino aeroporto di Gdynia ove ha ricevuto idonea assistenza sanitaria.

20 NOV 2013 - PAS
Agg. 20 NOV - PAG