Marina Militare
Skip Navigation LinksHome page > Notiziario della Marina online

Prima accensione dei nuovi motori. Nave Vespucci torna a far sentire la sua voce.


Il nuovo impianto propulsivo e di generazione dell’elettricità di bordo utilizza 4 motori diesel generatori.

16 dicembre 2015 Antonio Tudisco -

Lunedi 14 dicembre, ore 15.30, la Nave Scuola Amerigo Vespucci, mette in moto per la prima volta due dei suoi nuovi quattro motori diesel-generatori (DD/GG). Inizia la delicata fase delle prove in porto (HAT - Harbour Acceptance Trials), che vedrà la nave impegnata nelle concitanti attività di riallestimento finale e nelle prime uscite in mare, previste già a marzo 2016.

La nave scuola della Marina Militare, la più “anziana” unità della Squadra Navale e la più ammirata in tutto il globo, è impegnata in ciclopici lavori di ammodernamento e prolungamento della sua vita operativa che serviranno a dare un rinnovamento senza eguali nell’intera vita di Nave Vespucci e che prevedono anche la completa sostituzione dell’apparato di propulsione e generazione dell’energia elettrica.

I nuovi impianti si basano su 2 motori diesel generatori a poppa e 2 più piccoli a prora, costruiti dalla Ditta tedesca MTU. 12 cilindri a V, con potenza di 1320 kW per  i motori di poppa e 8 cilindri da 760 kW per quelli di prora, tutti e quattro di elevatissime prestazioni e, soprattutto, a bassissimo impatto ambientale.

Lunedi sono stati avviati con successo entrambi i DD/GG di poppa, portandoli a regime di 1500 giri per circa 15 minuti. Così, dopo poco più di due anni, il Vespucci ha fatto sentire di nuovo la sua voce nella Stazione Navale della Spezia, quasi ad avvertire tutti che il suo ritorno a solcare le onde è ormai vicino, pronta a riassumere il ruolo di Ambasciatore della Marina Militare e d’Italia in tutto il mondo.