Marina Militare
Skip Navigation LinksHome page > Notiziario della Marina online

Seafuture & Marittime Technologies. Mare a 360° con la cantieristica navale


Dual use, refitting e sostenibilità ambientale nei settori della cantieristica militare navale e nautica

1 aprile 2016 Palma Agosta -

Si svolgerà nella Base Navale di La Spezia, dal 24 al 27 maggio, la quinta edizione di Seafuture & Maritime Technologies, il primo evento italiano, di rilevanza internazionale, che tratterà aspetti di politica marittima integrata e connessi con la strategia della 'Blue Growth'.SeafutureMT201.jpg

La nuova edizione, rinnovata da temi come il dual use e la sostenibilità ambientale, si  rivolge ai settori navali civili e militari con una particolare attenzione alle marine militari NATO e internazionali, interlocutori privilegiati della manifestazione.P.Princ.jpg doc.jpg

Seafuture serve a stabilire relazioni e interconnessioni tra imprese che fanno del mare il loro core business: cantieri, shipping, nautica, porti, marine militari, tecnologie del mare, ambiente e pesca. Per questo, oltre alle imprese, la manifestazione coinvolge le basi navali di La Spezia, Taranto e Augusta, le università, i centri di ricerca, le istituzioni pubbliche e private che operano nei settori delle tecnologie e delle politiche del mare.

Sarà allestita un'area espositiva per le tecnologie marine, un'area di ormeggio per l'esposizione di imbarcazioni e si svolgeranno riunioni e incontri tra le piccole e medie imprese, delegazioni e committenze civili, conferenze e incontri internazionali di profilo politico-scientifico-economico, conferenze e seminari tecnici su strategie politiche ed economiche. Seafuture ha anche lanciato un Academy Award dedicato alle tesi magistrali o di specializzazione più innovative nel settore.ok072.jpg

Seafuture è un evento che dimostra la forza e la capacità di "fare sistema Paese", attraverso il settore navale e l'indotto delle piccole e medie imprese che ne fanno parte, al fianco delle grandi, unite per concretizzare le linee di indirizzo del governo in materia di difesa ed economia.

La manifestazione racchiude in sé la volontà di guardare al futuro, attraverso la tecnologia applicata e il recupero del naviglio esistente: refitting e alta tecnologia ad uso duale. Le navi dismesse dalla Marina, infatti, rappresentano un buon affare per le marine estere più piccole perché sono garanzia di affidabilità nel tempo in quanto progettate e costruite in Italia, dove la cantieristica e il suo indotto sono espressione di altissimo livello di tecnologia e innovazione, manifesto del Made in Italy nel mondo. L'attuazione del  programma navale d'emergenza garantisce il mantenimento e l'incremento del vantaggio tecnologico nazionale e internazionale nel settore della cantieristica. Il refitting e la vendita delle unità della Marina non più in linea, sono un'alternativa vantaggiosa alla demolizione, poiché generano lavoro per la cantieristica nazionale, evitando la demolizione. L'impiego degli arsenali della Marina Militare nelle attività di refitting costituisce un ulteriore valore aggiunto in termini di competenze e strutture.9e380071-4e15-4030-8e6d-e7b08ad6e5c5arsenale006.jpg

'Seafuture & Maritime Technologies 2016' è organizzato da La Spezia Eps, azienda speciale della Camera di Commercio della Spezia, con la Marina Militare, la Camera di Commercio della Spezia, l'Autorità Portuale della Spezia, il Distretto Ligure delle Tecnologie Marine, il Comune della Spezia e il patrocinio del Ministero della Difesa, dello Sviluppo Economico, delle Infrastrutture e Trasporti e della Regione Liguria.