Marina Militare
Skip Navigation LinksHome page > Notiziario della Marina online

Medici della Marina partecipano a due importanti congressi in Algeria e Tunisia


I due ufficiali medici hanno partecipato, in rappresentanza della Sanità militare italiana, a due importanti congressi Internazionali

3 novembre 2016 Marco Gasparri -

Tre Ufficiali Medici della Marina hanno preso parte, dal 23 al 27 ottobre scorso, in rappresentanza della Sanità Militare Italiana, a due importanti congressi Internazionali tenutisi in Tunisia ed in Algeria.

I capitani di vascello medici Egidio Fabrizio Fracasso e Marco Teneriello hanno partecipato al 1° Congresso Internazionale Militare di Medicina Tropicale e Patologie Subsahariane, svoltosi a Gabès (Tunisia) dal 23 al 25 ottobre 2016, mentre il capitano di vascello medico Fiorenzo Fracasso, ha preso parte al 4° Congresso del Gruppo di Lavoro Magrebino di Medicina Militare, svoltosi ad Algeri dal 25 al 27 ottobre 2016.

Nel congresso tunisino, che esaminava le differenti patologie infettive emergenti e riemergenti nel contesto geografico subsahariano, particolarmente apprezzata è stata la sessione,  dedicata alla Travel Medicine (medicina dei viaggi), in cui sono stati descritti  il programma di vaccinazioni e la chemioprofilassi in ambienti tropicali, l’approccio diagnostico in caso di malaria, le malattie legate all’esposizione al caldo e le misure di prevenzione contro l’infezione da Zika virus.

Nell’ambito dell’evento svoltosi ad Algeri, il capitano di vascello medico Fiorenzo Fracasso ha esposto una relazione sulla “Medicina Subacquea ed Iperbarica: l’esperienza del Servizio di Medicina Iperbarica del Centro Ospedaliero Militare di Taranto”.

Di particolare rilievo l’apporto dato dagli ufficiali, in quanto tutor istruttori per la medicina iperbarica nei programmi avviati in Algeria (come già nella vicina Tunisia), per l’apertura di impianti iperbarici militari ad uso prettamente clinico.

La partecipazione degli ufficiali medici della Marina, ai due importanti eventi, si inquadra nell’ambito di più complesse iniziative di cooperazione militare bilaterale tra l’Italia e i due paesi del Maghreb, di particolare rilievo e interesse strategico nell’attuale scenario politico della Regione e nel Mediterraneo. Gli eccellenti rapporti creatisi con gli organizzatori aprono le porte a future possibili collaborazioni, in ambito sanitario militare, con i due Paesi.