Marina Militare
Skip Navigation LinksHome page > Notiziario della Marina online

Operazione Atalanta: nave Fasan addestra la marina e la guardia costiera gibutiane


La sosta a Gibuti della nave ha permesso di condurre diverse attività "Local Maritime Capacity Building" a favore del personale della guardia costiera e della marina militare locali

6 ottobre 2017 Michele Angelicchio -

La sosta a Gibuti dal 29 Settembre al 04 Ottobre della fregata italiana Virginio Fasan, unità di bandiera delle forze aeronavali europee attualmente impegnate nel contrasto alla pirateria in Corno d’Africa, ha permesso all’equipaggio della nave di condurre diverse attività addestrative a favore del personale della guardia costiera e della marina militare gibutiana.

Le attività di "Local Maritime Capacity Building" (LMCB), nascono con lo scopo di far sviluppare alle forze di polizia locali le conoscenze necessarie per operare in autonomia nel contrasto alle attività illecite nel campo marittimo.

Durante l’addestramento, il team specialistico del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) ha fornito le nozioni, sia teoriche che pratiche, riguardanti le procedure da adottare in caso di scoperta di un ordigno improvvisato "Improvised Explosive Device" (I.E.D.) e le relative manovre per assicurarne la rimozione in sicurezza. Inoltre, il personale del Servizio Sanitario di bordo ha svolto addestramento di "Basic Life Support" (BLS) indottrinando i militari sulle azioni da compiere nell’ambito del primo soccorso, mentre il personale del Servizio Marinaresco ha effettuato loro un addestramento pratico relativo alla condotta dei mezzi minori.

La sosta nel porto di Gibuti ha, anche, consentito al Force Commander dell’Operazione Atalanta, Contrammiraglio Fabio Gregori, che da oltre due mesi è al comando delle forze europee in zona d’operazione, di incontrare diverse personalità civili e militari delle principali nazioni presenti nella regione, quali il Comandante delle Forze Francesi a Gibuti, Generale Thierry Duquenoy, il Comandante della Combined Joint Task Force Horn of Africa, Generale David J. Furness  e l’Ambasciatore d’Europa a Gibuti, S.E. Adam Kulach. Tali incontri rappresentano delle ottime occasioni per scambiare informazioni riguardanti la zona d’operazione e condividere punti di vista sulla situazione in atto, con l’intento di ampliare i legami nella cooperazione internazionale.

L’Ammiraglio Gregori ha inoltre colto l’opportunità della sosta a Gibuti per visitare i due aerei da pattugliamento marittimo impegnati in Operazione Atalanta, messi a disposizione dalla Spagna e dalla Germania, e salutare i rispettivi equipaggi di volo che, quasi giornalmente si alzano in volo da Gibuti per sorvolare le coste della Somalia, conducendo missioni di sorveglianza costiera e raccolta intelligence.