Marina Militare
Skip Navigation LinksHome page > Notiziario della Marina online

Conclusa l'86^ Campagna d’Istruzione 2017, per nave Vespucci è già tempo di bilanci


La Campagna è stata il frutto di una visione internazionale, europea quanto globale che la Marina Militare ha tratteggiato nel solco di quello che viene definito "il secolo blu"

8 novembre 2017 Umberto Castronovo -

interna00.jpgAnche quest'anno nave Scuola Amerigo Vespucci ha concluso lo scorso 5 novembre la Campagna d'Istruzione a favore degli allievi della 1^ classe dell'Accademia Navale di Livorno, e dei marinai frequentatori del 24° Corso Volontari in Ferma Prefissata Quadriennale.

Il rientro nella sede di La Spezia, dopo oltre 6 mesi trascorsi in Oceano Atlantico e Mar Mediterraneo, ha segnato la conclusione di un viaggio di proporzioni storiche che ha visto protagonista la "nave più bella del Mondo" nel Continente Americano ed Europeo toccando Canada, Stati Uniti, Bermuda, Portogallo, Spagna, Francia e Italia per un totale 19 soste in porto.

Se l'annuale Campagna d'Istruzione viene considerata come il normale ciclo operativo ed addestrativo di nave Vespucci, dell'equipaggio e degli allievi, è anche vero che questa 86^ Campagna ha assunto dei connotati storici rilevanti, solenni quanto memorabili, legati non solo alla tipologia di navigazione svolta – che ha ripercorso le stesse rotte degli antichi esploratori e scopritori del "nuovo Mondo" - ma anche alle attività Istituzionali connesse alla presenza dell'unità nei diversi porti, e alle comunità italiane all'estero che hanno così riabbracciato il tricolore del Vespucci, con l'orgoglio e l'affetto tipici degli italiani.interna04.jpg

Prescindendo dal livello di addestramento raggiunto e dall'ineguagliabile bellezza dei luoghi visitati, questa Campagna è stata il frutto di una visione internazionale, europea quanto globale che la Marina Militare ha tratteggiato nel solco di quello che viene definito "il secolo blu", ovvero un ambito in cui la marittimità rappresenta la chiave di volta per la crescita commerciale, occupazionale e tecnologica del nostro Paese; in questo contesto di proiezione oltre l'orizzonte dei nostri mari, nave Vespucci è stata ambasciatrice nel Mondo del Made in Italy e delle sue eccellenze, che hanno incantato gli 88.000 visitatori che, in occasione delle soste in porto, sono accorsi a bordo per ammirarne il fascino senza tempo ed il perfetto connubio tra innovazione e tradizione.

Si è trattato quindi di un viaggio emozionante, coinvolgente e passionale che ha scritto nuove pagine di storia della nostra Marina in un anno da considerarsi memorabile per l'intero Sistema Paese. Ripercorrere le tappe e rivivere quest'avventura appena conclusa significa anche tracciare i più significativi eventi che hanno dato profondo lustro alla Marina Militare e all'Italia intera.

E se da una parte le attività Istituzionali tra Canada e Stati Uniti, proseguite poi con il periplo d'Italia, hanno portato quanto di meglio l'Italia potesse proiettare, anche l'addestramento pratico in mare quest'anno ha avuto un sapore del tutto particolare per i 90 volontari in ferma prefissata quadriennale e i 125 allievi del Corso Dunatos - della 1^ classe dell'Accademia Navale di Livorno - che hanno ultimato l'iter addestrativo in uno scenario unico come quello oceanico, nel solco delle tradizioni e dei valori indissolubili di ogni marinaio.

interna02.JPGL'emozione di navigare per oltre 2 giorni tra nebbia fitta e temperature tipicamente invernali, in un atipico giugno Canadese, lungo il difficile alveo del fiume San Lorenzo, e l'orgoglio nazionale sintetizzato nella visita a bordo del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante la sosta a Montreal, sono stati gli eventi che hanno maggiormente caratterizzato il ritorno del Vespucci in Canada; una tappa – quella di Montreal - che la "nave più bella del Mondo" ha svolto per la seconda volta nella storia dopo ben 25 anni, in occasione delle Celebrazioni per il 150° anniversario della fondazione della Confederazione Canadese.  

Poi la sosta a Manhattan nel cuore di New York, è stata fonte di grande sintonia tra l'equipaggio, gli allievi ed il magico contesto della grande mela. Anche qui, la gioia di essere finalmente in un luogo simbolo d'America ha lasciato il posto alle emozioni e sentimenti di reale partecipazione e condivisione.

La deposizione di una Corona di fiori a Ground Zero in memoria di quanti hanno perso la vita nel tragico attentato del 11 settembre 2001, la visita presso la sede dell'ONU e l'incontro con Dott. Anthony Lake, Executive Officer di Unicef (di cui nave Vespucci porta con orgoglio il vessillo dal 2007), sono stati i momenti topici di una sosta che ha regalato entusiasmo e forti impressioni, prima di ripartire alla volta del Vecchio Continente.

In questa Campagna dei record, in cui ben 706 ore di navigazione, su un totale di 3.485 ore, sono state condotte completamente a vela percorrendo 16.024 miglia, il Vespucci ha attraversato lo Stretto di Gibilterra a vele spiegate regalando anche ai mercantili in transito uno spettacolo unico nel suo genere, in un tratto di mare che affascina, ieri come oggi, i marinai di ogni parte del mondo. 

Il rientro in Italia del Vespucci, caratterizzato da 7 soste in diversi porti, è stato salutato da migliaia di cittadini orgogliosi di questo simbolo di un'italianità tanto amata nel mondo, intramontabile portatrice di messaggi positivi e di secolari tradizioni marinare.
La presenza a Venezia, in occasione dell'XI Regional Seapower Simposium, è stata la chiusura in grande stile - in un palcoscenico di caratura mondiale - di una Campagna d'Istruzione che è stata un'avventura densa di emozioni, di profondo orgoglio e senso di appartenenza alla Marina Militare ed al tricolore.  

Lo scorso 5 novembre la nave più bella del Mondo ha fatto definitivamente rientro a La Spezia; un ritorno propedeutico alla sosta lavori invernali che guardano già all'orizzonte della prossima Campagna d'Istruzione 2018.

Un appuntamento immancabile non solo per nave Vespucci, ma per tutti coloro i quali vorranno condividere il fascino e la bellezza senza tempo di questo gioiello della Marina Militare e d'Italia.

interna01.jpg