Marina Militare
Skip Navigation LinksHome page > Notiziario della Marina online

La Marina Militare alla IX edizione nazionale del Premio Idria 2017


Anche quest'anno la Pro Loco di Paternò (CT), con il patrocinio del Ministero della Difesa e della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha organizzato il "Premio Idria" giunto alla sua IX edizione

7 dicembre 2017 Alberto Gusmano -

​Anche quest'anno la Pro Loco di Paternò (CT), con il patrocinio del Ministero della Difesa e della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha organizzato il "Premio Idria" giunto alla IX edizione. L'evento, svolto sabato 25 novembre nella chiesa di Santa Barbara, ha l'obiettivo di dare riconoscimento allo straordinario valore morale, umanitario e culturale espresso dai militari che si sono particolarmente contraddistinti per il loro attaccamento alla Patria ed alle Istituzioni.

La prestigiosa cerimonia di premiazione ha visto la partecipazione del Comandante Marittimo Sicilia, contrammiraglio Nicola de Felice, e di numerose autorità religiose, civili e militari nella suggestiva chiesa della Madonna dell'Itria, simbolo del martirio di Santa Barbara, Patrona della Città di Paternò.

Sono stati premiati rappresentanti delle Forze Armate e dei Corpi Armati dello Stato provenienti da tutta Italia che, con passione, professionalità e senso del dovere hanno perfettamente personificato il sacrificio ed il coraggio con azioni compiute in modo silenzioso e senza clamori.

Per la Marina Militare è stato premiato il Presidente del centro sportivo di Marisicilia, capitano di fregata Giuseppe Nicolosi, per l'azione umanitaria e per la solidarietà dimostrate a sostegno di giovani disabili augustani, consentendone l'integrazione nella comunità sportiva locale e regionale, culminata nella partecipazione in diverse gare sportive di atletica leggera, conseguendo tra l'altro importanti risultati.

Il presidente della Pro Loco, Salvina Sambataro, ha dichiarato: "Il premio IDRIA è nato per encomiare il sacrificio ed il coraggio dei militari, delle forze dell'ordine, dei vigili del fuoco che si sono distinti in operazioni umanitarie: eroi invisibili sempre pronti a sacrificare la propria vita per salvaguardare la vita della collettività".