Marina Militare
Skip Navigation LinksHome page > Notiziario della Marina online

Un palombaro 'da record' incontra il Capo di Stato Maggiore della Marina


La seconda migliore prestazione nella storia della U.S. Navy, conferma l’importanza dell’iter formativo seguito dalla Scuola Subacquei di Com.sub.in. nel solco delle tradizioni marinare italiane

9 gennaio 2018 Umberto Castronovo -

​Oggi a Palazzo Marina, il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio Valter Girardelli, ha ricevuto il Guardiamarina Emanuele Lo Schiavo, ufficiale palombaro del Gruppo Operativo Subacquei (G.O.S.) rientrato in Italia dopo avere concluso con successo il corso Joint Diving Officer (J.D.O.) in Florida – U.S.A..

Nel congratularsi con il giovane Ufficiale per i risultati conseguiti, di assoluta rilevanza storica e caratura internazionale, l’Ammiraglio Girardelli ha confermato “l’importanza dell’iter formativo seguito dalla Scuola Subacquei di Comsubin nel solco delle tradizioni marinare italiane. Il G.O.S. rappresenta un punto di forza, uno degli elementi di orgoglio per la Marina Militare” che collabora anche con diversi Dicasteri ed Agenzie dello Stato e viene impiegato ovunque vi siano interessi del Paese, dall'Antartide al Mediterraneo.

I risultati dei test conseguiti da Emanuele Lo Schiavo – secondi nella storia della U.S. Navy - al termine del corso svolto allo United States Naval Diving and Salvage Training Center di Panama City Beach in Florida, dimostrano l’alto livello di preparazione e specializzazione dei nostri Palombari. Un corso durissimo quello negli U.S.A., della durata di 4 mesi per acquisire le capacità di condurre e dirigere operazioni subacquee militari anche in Oceano, che solo in pochi aspiranti sono stati in grado di superare. Infatti, dei 28 ufficiali presenti - tra i quali 4 stranieri - solo in 19 statunitensi ed il guardiamarina Lo Schiavo sono stati in grado di superare ogni prova, ultimando l’addestramento con profitto.

Grazie alle spiccate doti psico-fisiche, il guardiamarina Lo Schiavo ha inoltre conseguito il titolo di Honor Graduate, riconoscimento che viene attestato solo a chi si classifica al primo posto, distinguendosi nelle varie prove accademiche e pratiche. Un risultato di pregio che onora non solo la Marina Militare, ma l’Italia tutta. Anche in virtù di questi risultati, il Palombaro della Marina è stato ammesso a frequentare anche il corso mixed gas per l'abilitazione alle immersioni con miscele sintetiche heliox (elio ed ossigeno).

i Palombari del Gruppo Operativo Subacquei (G.O.S.) posseggono la capacità di operare sotto la superficie del mare fino a 1.500 metri con i veicoli subacquei e fino a 300 metri con l'uomo. Da oltre 150 anni, i Palombari della Marina Militare vengono formati ed addestrati all’interno della base del Varignano di La Spezia, superando dei complessi ed intensi corsi per diventare dei veri professionisti del mare e degli specialisti chiamati ad operare in ogni parte del Mondo.