Marina Militare
Skip Navigation LinksHome page > Notiziario della Marina online

Qualità della vita 2017. Premiata la Brigata Marina San Marco


Qualità della Vita 2017. Un riconoscimento per le attività operative e umanitarie svolte dai "Leoni" di Marina nei cento anni dalla loro istituzione

16 febbraio 2018 Antonio Tasca -

Giovedì 15 febbraio 2018, presso la "Ex Sala a Tracciare" dell'Arsenale Militare Marittimo di Taranto, gremita in ogni posto, il "Comitato per la Qualità della Vita", presieduto dal Prof. Carmine Carlucci, ha consegnato il premio Qualità della Vita 2017, giunto alla sua 33^ Edizione, alla Brigata Marina San Marco per "Le attività operative e umanitarie svolte nei cento anni dalla sua istituzione".

La cerimonia ha visto la partecipazione delle rappresentanze di numerosi Istituti scolastici di Taranto, di autorità civili, militari, tra cui l'Ammiraglio Comandante Marittimo Sud, Ammiraglio di Divisione Salvatore Vitiello.

Tra i relatori intervenuti, moderati dalla giornalista Maristella Massari, anche il Comandante della Brigata Marina San Marco, il contrammiraglio Cesare Bruno Petragnani, che ha parlato del ruolo svolto in ambito umanitario dalla Brigata, sempre pronta a intervenire in caso di calamità o disastri, anche con breve preavviso, come nel recente terremoto in Italia centrale; l'ammiraglio Claudio Confessore e il capitano di vascello (in congedo) Fabrizio Maltinti hanno trattato di vicende della Grande Guerra mentre il prof. Antonio Fornaro del comitato Qualità della Vita ha trattato il tema della devozione dei tarantini a San Marco.

Tra gli ospiti di eccezione, il contrammiraglio (in congedo) Romano Sauro, nipote di Nazario Sauro, medaglia d'oro al valor militare della prima guerra mondiale, che ha illustrato ai presenti il progetto "Sauro 100" che lo vede impegnato in un giro lungo le coste italiane con la sua imbarcazione a vela per promuovere le iniziative legate all'eroe della Grande Guerra. Nell'ambito della cerimonia si è svolto un Convegno di studi sulla Grande Guerra, dal titolo "Le gesta dei MAS e dei Fanti di Marina" volto a mantenere vivo il ricordo dell'importanza ricoperta dalla Regia Marina durante il primo conflitto mondiale.

Inoltre, durante la Cerimonia, il Comitato ha consegnato una targa alla Gazzetta del Mezzogiorno per i suoi 130 anni di storia.

Nel discorso conclusivo, l'ammiraglio Vitiello dopo aver ringraziato i presenti, ha rivolto un particolare saluto alla Prof. Anna Maria Settanni, dirigente dell'Istituto Scolastico Alfieri, per il suo passato d'impiego come tecnico elettronico dell'Officina Impianti e Sistemi d'Arma dell'Arsenale.  La cerimonia è stata allietata da alcuni brani eseguiti dalla Fanfara di Presidio del Comando Marittimo Sud e dal coro dell'Istituto Comprensivo "Alfieri" di Taranto.