Marina Militare
Skip Navigation LinksHome page > Notiziario della Marina online

Mondiali di vela. Gli azzurri del 470 vincono la Medal Race e volano alle olimpiadi di Tokyo 2020


Una strategia vincente. I giovani marinai hanno studiato attentamente gli avversari chiudendo in tranquillità e lasciandosi alle spalle i concorrenti diretti...

9 agosto 2018 Alessandra Romiti -

L’equipaggio azzurro composto da Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò della Marina Militare nell'ultima regata classe 470 ai mondiali di Aarhus 2018 ha guadagnato un biglietto diretto per le Olimpiadi di Tokyo 2020 e l'accesso alla Medal Race, una regata riservata ai primi dieci equipaggi classificati ai mondiali di vela.

Una strategia vincente.  I giovani atleti della Marina, dopo cinque giorni di gare, centrano l'obiettivo all'ultima regata del mondiale: la qualificazione alla Medal Race e il pass per l'Italia ai giochi olimpici di Tokyo 2020. Grazie ad una condotta di gara intelligente e attenta, si sono portati subito nelle primissime posizioni per poi controllare senza commettere errori.  

"Siamo scesi in acqua conoscendo a memoria la classifica e sapevamo quanti punti ci servivano per qualificare la nazione e per agguantare la Medal - ha spiegato Giacomo Ferrari - abbiamo visto che i nostri avversari diretti erano dietro e abbiamo cercato di controllare. Era inutile andare a rischiare e abbiamo deciso di chiudere in tranquillità".

Ottima la performance perché le condizioni meteo erano avverse a causa di un vento difficile da interpretare; nonostante questo Giacomo e Giulio, classe ’96, i più giovani del circuito e gli unici a non aver ancora mai partecipato ad una Olimpiade, hanno conquistato l’impresa con tanto di inchino al traguardo da parte dell’esperta imbarcazione inglese già medaglia d’argento a Londra!

Un anno iniziato con tanti buoni propositi tutti incentrati sui mondiali di Aarhus 2018 e la qualificazione ai giochi olimpici di Tokyo 2020.

"Quest'anno il nostro obiettivo era quello di confermare il gruppo e l'abbiamo fatto all'Europeo - dice Giulio Calabrò - e sapevamo che se fossimo entrati qui ad Aarhus in Medal Race sicuramente la qualifica (alle olimpiadi  ndr) per nazione sarebbe arrivata e così è stato. Abbiamo fatto una bellissima regata e abbiamo raggiunto tutti i nostri obiettivi dell'anno. Siamo contentissimi!".

Il duo Ferrari-Calabrò del 470, con l'ultima regata del mondiale si è guadagnato la partecipoazione alla Medal Race finale. E così, sullo slancio della qualificazione olimpica, il 470 targato Calabrò-Ferrari ha guidato la regata dall'inizio alla fine vincendo nettamente d'avanti a tutti. La Medal Race è l'atto finale di tutte le competizioni di vela dedicata solo ai primi dieci classificati. Attribuisce un punteggio doppio che, sommato ai punteggi precedenti, determina la classifica finale di ogni competizione.

Gli impegni però non sono finiti, sarà ancora un agosto senza sosta. Già da lunedì 20, Giacomo e Giulio, saranno impegnati nel Campionato del mondo 470 U23 a Bracciano mentre, e questo l'impegno più importante portato a casa da Aarhus 2018, da oggi comincia il countdown di 600 giorni di duro lavoro per conquistare, per l'Italia, una medaglia olimpica.