Marina Militare
Skip Navigation LinksHome page > Notiziario della Marina online

Il pattugliatore Orione all’esercitazione "Squalo 2018"


​Il pattugliatore Orione, della Marina Militare, ha preso parte all'esercitazione internazionale "Squalo 2018"

8 novembre 2018 Davide Cancilla -

​Il pattugliatore Orione, della Marina Militare, ha preso parte all'esercitazione internazionale "Squalo 2018", nelle acque antistanti la città di Olbia. Lo scenario dell'esercitazione ha previsto la simulazione dell'ammaraggio di un volo di linea diretto a Roma Fiumicino, con a bordo 90 persone tra passeggeri e membri dell'equipaggio.

Nave Orione, con un elicottero SH-212 imbarcato, ha svolto il ruolo di O.S.C. (On Scene Coordinator) collaborando con la Direzione Marittima della Guardia Costiera di Olbia. L'Unità ha coordinato le operazioni di ricerca e soccorso dei mezzi aeronavali intervenuti sul luogo dell'incidente, avvalendosi dell'elicottero organico per aumentare il proprio raggio d'azione, mantenere chiaro il quadro di situazione (Situational Awareness) dell'evento e per l'evacuazione dei superstiti.

All'esercitazione hanno partecipato numerose motovedette della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza, un elicottero AW 139 della Guardia Costiera di Decimomannu, un elicottero dell'Aeronautica Militare del nucleo SAR di Decimomannu, un elicottero della Aeronautica francese e un pattugliatore aereo dell'Agenzia delle Dogane francesi.

L'esercitazione ha permesso di testare e affinare le capacità di coordinamento tra i diversi enti territoriali, i mezzi delle agenzie e dei vari corpi armati dello Stato intervenuti, ottimizzando le operazioni di ricerca e soccorso, per renderle più veloci ed efficaci in uno scenario di emergenza. All'esercitazione hanno partecipato anche rappresentanti di Spagna, Croazia, Turchia e Albania in qualità di osservatori internazionali.