Skip Navigation LinksHome page > Conosciamoci > Giornale di Bordo

La Marina Militare a Trieste per il 50° anniversario del ritorno della ciità all'Italia


4 novembre 2004 14.03

La Marina Militare partecipa alle celebrazioni del 50° anniversario del ritorno di Trieste all'Italia testimoniando il profondo legame alla città e alla sua marittimità.

Dal 3 novembre 1918, quando il Cacciatorpediniere Audace attraccò al molo che ancora oggi porta il suo nome, ai festeggiamenti del 4 novembre 1954, quando le Unità Navali in porto alzarono il Gran Pavese per solennizzare la cerimonia alla presenza del Presidente Einaudi, fino alle celebrazioni attuali presiedute dal Capo dello Stato, un unico filo conduttore di attaccamento e solidarietà caratterizza il legame tra la Marina e la città giuliana.

Il 4 novembre 2004 la rappresentanza della Marina Militare vede:

  • Nave GARIBALDI con a bordo elicotteri EH 101 e aerei AV 8B "Harrier"
  • Nave SAN GIUSTO
  • Nave VESPUCCI
  • Rappresentanza dell'Accademia Navale di Livorno (circa 60 persone) con Bandiera dell'Istituto

  • Rappresentanza del Reggimento San Marco (circa 60 persone) con mezzo anfibio LVTP-7 e VCC.
  • Team di Paracadutisti del Comando Subacqueo Incursori per dimostrazione di aviolancio.
  • Mezzi storici e attuali impiegati dagli Incursori della Marina di COMSUBIN: Siluro a Lenta Corsa (impiegato per forzare le basi navali inglesi durante la II guerra mondiale), Gommone d'assalto del Gruppo Operativo Incursori (GOI), Scafandro Rigido ADS utilizzato per lavori specialistici subacquei.
  • Plotone (circa 20 persone) in tenuta storica del 1954.