Skip Navigation LinksHome page > Conosciamoci > Giornale di Bordo

Varo del pattugliatore costiero "Ghan Toot" della UAE Navy


24 gennaio 2012 10.40

Il giorno 19 gennaio, presso i cantieri navali Fincantieri di Muggiano (La Spezia), si è svolta la cerimonia del varo del primo Pattugliatore classe “Falaj2” commissionato dalla Marina degli Emirati Arabi Uniti all’industria cantieristica nazionale.

La cerimonia è stata presenziata dall’Ing. Angelo Fusco, Direttore Mercato Italia della Divisione navi Militari di Fincantieri e dal Vice Comandante delle Forze Navali degli EAU, Generale di Brigata Saeed bin Hamdan Al Nahyan, con la partecipazione del Comandante in Capo del Dipartimento Militare Marittimo dell’Alto Tirreno, Ammiraglio di Squadra Andrea Campregher, dell’Addetto Militare presso l'Ambasciata EAU di Roma, Generale Sultan al Swaidi, e del Capo dell’Ufficio Allestimento e Collaudo nuove navi (Marinalles La Spezia), Capitano di Vascello Paolo Pezzutti, nonché di rappresentanti di Fincantieri e di maestranze del cantiere.

Come da tradizione, dopo la lettura da parte di un Sottufficiale dell’equipaggio di un passo del Sacro Libro del Corano, i partecipanti hanno assistito alla rottura della bottiglia sullo scafo del Pattugliatore, a cui è stato assegnato il nome “Ghantoot” e il distintivo ottico P651.

Fincantieri è impegnata nella realizzazione di due programmi per la Marina degli EAU: la costruzione di Pattugliatori d’Altura classe “Abu Dhabi” (tipo “Comandanti”) e di Pattugliatori Costieri classe Falaj2 (tipo “Saettia”). Il programma firmato nell’anno 2009 prevede la realizzazione di due Saettia in Italia con l’opzione di ulteriori quattro unità da realizzare nel cantiere di Al Fattan (Emirati Arabi Uniti).

Quest’ultima opzione ha reso possibile la realizzazione di una joint venture industriale (“Etihad Ship Building”) tra Fincantieri, Melara Middle East e i cantieri di Al Fattan Ship Industries per la costruzione di unità navali negli EAU, oltre che per la manutenzione e il refitting di quelle in costruzione in Italia. Le unità classe “Falaj2” sono realizzate con tecniche costruttive a bassa segnatura radar (stealth) e saranno impiegate in missioni di pattugliamento e sorveglianza, con capacità di contrasto di minaccia di superficie e di autodifesa da minacce aeree.

Il programma per la Marina degli EAU presso l’industria nazionale si inserisce nelle attività di cooperazione internazionale della Forza Armata supportate da MARINALLES La Spezia.