Skip Navigation LinksHome page > Conosciamoci > Giornale di Bordo

Un anno con Vincenzo sempre al nostro fianco


23 aprile 2013 07.27

Capitano di Corvetta Vincenzo SimoniniIl 19 aprile dell’anno scorso, in un mattino piovoso, l’acqua del cielo e quella della piscina della Stazione Elicotteri di Luni si prendevano la giovane vita del Capitano di Corvetta Vincenzo Simonini, tragicamente scomparso a 37 anni per cause naturali mentre si stava preparando per dare supporto ad un’esercitazione di ammaraggio forzato presso la struttura helo dunker della base.

La Marina ed il personale delle Forze Aeree si stringevano subito vicino alla moglie di Vincenzo, Nadine, ai genitori Irio e Graziella, ed a tutti i parenti ed amici: ai funerali partecipava l’attuale Capo di Stato Maggiore della Marina Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi, allora Comandante in Capo della Squadra Navale, l’Ammiraglio di Squadra Andrea Toscano, Comandante in Capo di Maridipart La Spezia, ed una larghissima e spontanea rappresentanza delle Basi delle Forze Aeree.

Ad un anno di distanza dal tragico evento, il giorno 19 aprile presso la chiesa di Piano di Mommio, la famiglia ha voluto svolgere in forma privata una messa di suffragio, invitando i colleghi ed amici del loro caro. La funzione per ricordare Vincenzo, cui ha partecipato il Comandante di Maristaeli Luni C.V. Stefano Dell’alba, il Comandante del Quinto Gruppo Elicotteri C.F. Paolo Gregoretti ed una nutrita rappresentanza della Base, è stata officiata dal sacerdote collaboratore di Maristaeli Luni Mons. Claudio Caleffi. Ma chi di noi potrà mai dimenticare Vincenzo?

I suoi modi affabili, altruistici, il suo contagioso entusiasmo nel lavoro, dove spiccava per professionalità ed iniziativa, rimarranno per sempre indelebili nella nostra memoria e, soprattutto, nei nostri cuori. La sua rassicurante immagine è ancora li, davanti ai nostri occhi, e ci illumina con grande nostalgia.

Dall’alto, Vincenzo condivide con noi l’emozione di chi ogni giorno vola nei cieli e sul mare, la fatica degli specialisti, che con cura ed attenzione preparano gli elicotteri ispirandosi proprio alla sua solida professionalità ed alla passione e serenità che abbiamo sempre letto nel suo sguardo.

Il tempo lenisce il dolore del distacco. Resta il ricordo del suo sorriso: quel sorriso che sicuramente splendeva sul suo volto quando, a settembre dell’anno scorso, è nata sua figlia Vittoria e quando, a febbraio, la moglie Nadine ha ricevuto dalle mani del Ministro della Difesa, Amm. Giampaolo Di Paola, il conferimento della cittadinanza Italiana.

Insieme a Nadine, Vittoria, Irio e Graziella, Vincenzo rimarrà per sempre nei cuori di tutti gli uomini e donne delle Forze Aeree della Marina.

23 APR 2013 - PIN