Bâtiment de Débarquement et de Soutien Logistique: una nave italiana per la marina algerina


9 dicembre 2013 18.09

Sabato 7 dicembre, in tarda serata, parte dell’equipaggio della nave algerina Kalaat Beni Abbes, denominata anche Bâtiment de Débarquement et de Soutien Logistique – BDSL, è giunto nella sede di La spezia presso la Palazzina “Ugo Botti” dove seguirà i corsi di formazione a cura di Fincantieri.

I 45 militari algerini arrivati alla Botti sono i membri del Servizio Piattaforma dell’Unità giunti in Italia con altri 84 elementi dei Servizi Operativi  lo scorso settembre e inizieranno a breve i corsi sui sistemi e gli apparati di piattaforma della nave, che vedranno anche la partecipazione in qualità di tutor del personale della Sezione Marine Estere di Marinalles.

L’unità, un avanzato mezzo navale anfibio da 8800 tonnellate commissionato dall’Algeria e nato dall’evoluzione tecnologica della classe “San Giusto”,  è attualmente in fase di avanzato stato di allestimento presso i cantieri navali di Riva Trigoso, ormai pronta per il varo previsto per il prossimo venerdì 14 dicembre.

La prossima ammiraglia della Marina del Paese magrebino avrà strutture logistiche capaci di ospitare fino a 590 persone circa, di cui 153 membri permanenti dell’equipaggio.

Nell’ottica di realizzare un modello vincente di riferimento per il “Sistema Paese”, la Marina Militare Italiana e la società Orizzonte Sistemi Navali, Prime Contractor nei confronti delle Forces Navales Algerienne, hanno firmato nel 2011 un contratto per la fornitura di servizi da parte della Forza Armata a supporto del programma. Tali servizi spaziano da assistenze specialistiche nelle fasi di costruzione e allestimento dell’unità, a quelle, particolarmente ricercate dal “cliente algerino”, relative all’addestramento dell’equipaggio.

In tale contesto si inserisce l’arrivo a La Spezia dei primi elementi dell’equipaggio algerino, che saranno seguiti nel corso del 2014 dal rimanente personale fino ad arrivare ad un totale di 180 trainees.

Il personale seguirà un percorso formativo che è stato oggetto di un attento lavoro di pianificazione da parte della Marina Militare e dell’industria, e vedrà i militari algerini dapprima seguire dei corsi individuali a cura delle ditte fornitrici che consolideranno le conoscenze  sistemi e gli apparati imbarcati per poi iniziare, a cura della  Sezione Marine Estere di MARINALLES, la preparazione a livello di Team che culminerà in un intenso programma di addestramento preliminare in mare.

Questa fase potrà avvalersi delle strutture disponibili presso la neo completata FINCANTIERI Training Academy, altro risultato vincente della sinergia MMI-Industria, che sarà proprio inaugurata con i cicli addestrativi previsti dal Programma BDSL.

10 DIC 2013 - GUI