Skip Navigation LinksHome page > Cosa facciamo > Operazioni in corso > EUNAVFOR MED Operation Sophia
EUNAVFOR MED Operation Sophia

La Marina è presente nelle acque del Mediterraneo Centrale, nelle acque internazionali prospicienti le coste libiche in base alle decisioni del Consiglio Europeo che, il 20 aprile 2015, ha ribadito il forte impegno per agire al fine di evitare tragedie umane derivanti dal traffico di essere umani attraverso il Mediterraneo.

Il nostro compito è di partecipare ad una operazione di gestione militare della crisi, che contribuisce a smantellare il modello di business delle reti del traffico e della tratta di esseri umani nel Mediterraneo centro meridionale, realizzata adottando misure sistematiche per individuare, fermare e mettere fuori uso imbarcazioni e mezzi usati o sospettati di essere usati dagli schiavisti o dai trafficanti in conformità del diritto internazionale applicabili incluse lo United Nations Convention Of The Law Of The Sea e le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza del Consiglio delle Nazioni Unite.

Nel contesto dell’operazione l’Italia attualmente fornisce l’Operational Headquarters (OHQ), il Comando  operativo dell’operazione, situato a Roma e una unità in mare inserita nella Task Force. Dal 31 agosto 2017 la fregata Zeffiro ha sostituito la nave anfibia San Giusto, che ha operato come nave sede del comando in mare (Flag Ship). il Comando tattico della Forza in mare (FHQ) è al momento garantito dalla Spagna, fino al dicembre 2017 a bordo della SPS Cantabria, mentre l’Italia continua a detenere il Comando dell’operazione.