Skip Navigation LinksHome page > Cosa facciamo > Operazioni in corso > Combined Maritime Forces (CMF)
Combined Maritime Forces (CMF)

La Combined Maritime Forces (CMF) è una forza marittima multinazionale composta al momento da 29 Nazioni che forniscono navi militari unitamente al supporto aereo per il pattugliamento marittimo nelle acque Medio Orientali di Mar Rosso, Oceano Indiano e Golfo Persico, e il cui scopo è di migliorare la sicurezza marittima nella regione. Navi e marinai di molte nazioni rendono la CMF molto più efficace di quanto una sola nave, Marina o Paese potrebbe fare operando singolarmente. Proteggere il traffico marittimo incrementa la sicurezza e la prosperità della regione.

La sede del Comando è in Bahrain, presso le strutture del Comando Americano di USNAVCENT; comprende 3 Task Forces navali che operano per dissuadere e impedire alle organizzazioni terroristiche internazionali l’utilizzo dell’ambiente marittimo per perpretare le loro azioni criminali.

  • CTF 150: creato nel febbraio del 2002, opera in Mar Rosso, Golfo di Aden, Oceano Indiano, Mar Arabico e Golfo di Oman. Conduce operazioni di sicurezza marittima. Queste operazioni mirano a scoraggiare e distruggere le organizzazioni terroristiche internazionali che mirano a utilizzare l’ambiente marittimo per attaccare o trasportare personale, armi o altro materiale;
  • CTF 151: creato nel genaio del 2009, agisce nell’ambito di un mandato delle Nazioni Unite, opera nel Golfo di Aden e nel Bacino Somalo, per dissuadere, ostacolare e reprimere la pirateria, per la protezione delle navi mercantili e per garantire la libertà di navigazione a beneficio di tutte le nazioni;
  • CTF 152: creato nel marzo del 2004, opera nel Golfo Persico svolgendo operazioni di sicurezza marittima, in collaborazione con partners GCC, per prevenire attività destabilizzanti e promuovere la sicurezza marittima.

Le operazioni di coalizione nel Golfo Persico sono iniziate nel 1990, con la forza multinazionale di intercettazione marittima (MIF), creata per far rispettare le sanzioni delle Nazioni Unite contro l’Iraq dopo l'invasione del Kuwait. A seguito degli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001, il MIF si è evoluto in CMF, e il CTF 150 è stato creato per eseguire operazioni antiterrorismo in mare a sostegno dell’Operazione Enduring Freedom, poi diventata Operazione International Security Assistance Force (ISAF), a guida NATO. Dal 2001, la missione del CMF si è aggiornata e ampliata per includere il miglioramento della sicurezza e la stabilità regionale ed espandere le capacità delle forze marittime regionali. La partecipazione è volontaria e senza alcun mandato politico.

Nazioni partecipanti  (in ordine alfabetico)
Arabia Saudita Australia Bahrain Belgio
Canada Danimarca Emirati Arabi Uniti (EAU) Filippine
Francia Germania Giappone Giordania
Gran Bretagna (UK) Grecia ITALIA Kuwait
Malesia Norvegia Nuova Zelanda Olanda
Pakistan Portogallo Repubblica di Corea Seychelles
Singapore Spagna Stati Uniti (USA) Thailandia
Turchia