Skip Navigation LinksHome page > Formazione > Accademia Navale > Benvenuto in Accademia > Istituto

​Cenni storici

L'Accademia Navale nacque a Livorno il 6 novembre 1881, dalla fusione delle Scuole delle Marine pre-unitarie di Genova e di Napoli.

foto storica dell'AccademiaL'unificazione delle Scuole avvenne per volontà dell'allora Ministro della Marina, Ammiraglio Benedetto BRIN. Raccogliendo l'auspicio del Conte Camillo BENSO di Cavour, BRIN propugnò la creazione di un'unica scuola per l'istruzione e l'educazione dei giovani destinati a divenire Ufficiali della Regia Marina.

La città di Livorno fu scelta per la sua posizione geografica, per la qualità dei collegamenti stradali e ferroviari, per la vicinanza della prestigiosa Università di Pisa e per la facilità d'accesso dal mare, sia per la conformazione della costa, sia per il clima.

Il primo Comandante dell'Accademia Navale fu il C.V. Andrea DEL SANTO, che assunse l'incarico il 16 ottobre 1881. Egli diede un impulso determinante alla soluzione delle complesse problematiche iniziali.

Nel 1906, il Re Vittorio Emanuele II consegnò nelle mani del Comandante, il Capitano di Vascello THAON di REVEL, la bandiera dell'Istituto.

Dal 1923 al 1926, l'Accademia Navale ospitò l'Accademia Aeronautica di nuova creazione, in attesa dell'assegnazione di sede definitiva.

Durante l'ultima guerra, nel Luglio del 1943, l'Accademia Navale dovette abbandonare, a causa dei bombardamenti, la sede di Livorno, decentrandosi a Venezia.

Appena due mesi dopo, nei giorni immediatamente seguenti l'armistizio, si trasferì a Brindisi nella sede del Collegio Navale, con gli Allievi Ufficiali e tutto il personale dei quadri docenti e dei servizi di supporto.

A Brindisi l'Accademia rimase, funzionando regolarmente, fino al 5 luglio del 1946, quando, intatta nel suo patrimonio morale e culturale, rientrava finalmente a Livorno, ove i bombardamenti avevano marcato, con segni evidenti e pesanti, anche le strutture dell'Istituto.

Un'appassionata opera di ricostruzione fu subito intrapresa e conclusa in pochi anni. Sulle rovine sorsero nuovi edifici. Le infrastrutture vennero potenziate per adeguarle alle nuove esigenze. Un importante ampliamento strutturale si ebbe nel 1966, con la costruzione del Palazzo Studi, un imponente edificio che raccoglie moderni laboratori scientifici, aule specialistiche, sale modello per una didattica razionale e di alto contenuto professionale.

L'Accademia Navale si estende ora su una superficie di 215.000 mq, con fronte a mare di circa 2 Km. Essa ospita annualmente circa 500 frequentatori tra Allievi Ufficiali ed Ufficiali frequentatori dei corsi integrativi e professionali.vista dall'alto dell'istituto

In oltre 130 anni di vita, dal lontano 6 novembre 1881, l'Accademia Navale ha formato oltre 10.300 Ufficiali dei Corsi Normali, oltre 31.300 Ufficiali dei Corsi Ausiliari e di Complemento, compresi quelli dei Corsi preliminari navali, 2.600 Ufficiali a Nomina Diretta, educandoli tutti ad una vita di disciplina e di dedizione al dovere ed al culto della Patria e dell'Onore.

Di quest'opera educativa sono testimoni i 1.400 Ufficiali caduti gloriosamente nell'adempimento del proprio dovere, che hanno consacrato, col sacrificio della vita, gli ideali a cui sono stati educati in Accademia Navale.