Descrizione del Corso

Entrati in Accademia Navale il 25 settembre 2017, gli Ufficiali dei Corsi Applicativi Nomina Diretta e Ruoli Speciali sono inquadrati sotto il Comando dei Corsi Applicativi. .

Il Nome dei Corsi

Il nome Libeccio I, assegnato al Corso applicativo per Ufficiali a Nomina Diretta, e fa diretto riferimento al vento di Libeccio, ben conosciuto e temuto dai marinai in tutto il bacino tirrenico per la sua particolare intensità e potenza. Gli Ufficiali a Nomina Diretta vengono reclutati tra coloro che, partecipando all'apposito concorso, siano in possesso di una laurea magistrale richiesta dal Bando per i singoli Corpi. A tale Concorso si accede o con previa esperienza quale Allievo Ufficiale in Ferma Prefissata, o dalla vita civile.

Il nome Aquila I, assegnato al Corso applicativo per Ufficiali dei Ruoli Speciali, richiama la costellazione dell'Aquila, considerata fra le più eleganti costellazioni nel cielo, e che ospita una delle stelle più luminose del cielo notturno, la bellissima Altair. L'Aquila raccoglie in sé, numerose stelle che idealmente richiamano i componenti del Corso Applicativo Ruoli Speciali, un Corso eterogeneo e ricco di sfumature, denso di storie e di pregressi differenti in Forza Armata e nella vita civile. Gli Ufficiali dei Ruoli Speciali vengono reclutati tra coloro che, partecipando all'apposito concorso, abbiano svolto servizio in Forza Armata nei ruoli Sergenti, Sottufficiali o Ufficiali in Ferma Prefissata, e che abbiano maturato l'anzianità prevista dal Bando di Concorso. Inoltre, per alcuni Corpi, il personale viene reclutato direttamente dal mondo civile

Composizione

Il Corso Libeccio I, si compone di 15 Frequentatori (6 donne e 9 uomini) così suddivisi: 2 Ufficiali del Corpo del Genio della Marina specialità Infrastrutture; 3 Ufficiali del Corpo Sanitario Militare Marittimo; 10 Ufficiali del Corpo delle Capitanerie di Porto.

Il Corso Aquila I, si compone di 42 Frequentatori (10 donne e 32 uomini) così suddivisi: 14 Ufficiali del Corpo di Stato Maggiore; 7 Ufficiali del Corpo del Genio della Marina specialità Infrastrutture; 5 Ufficiali del Corpo del Genio della Marina specialità Genio Navale; 2 Ufficiali del Corpo del Genio della Marina specialità Armi Navali; 2 Ufficiali del Corpo Sanitario Militare Marittimo - Veterinari; 1 Ufficiale del Corpo Sanitario Militare Marittimo- Biologi; 3 Ufficiali del Corpo di Commissariato Militare Marittimo; 8 Ufficiali del Corpo delle Capitanerie di Porto.

Percorso Formativo

Il percorso formativo a favore degli Ufficiali Nomina Diretta e Ruoli Speciali, si differenzia in base al Corpo di appartenenza e si suddivide essenzialmente in due fasi: la prima fase svolta in Accademia Navale e la successiva che prevede i tirocini specialistici e gli imbarchi sulle Unità Navali.

Nella prima fase svolta in Istituto, gli Ufficiali, provenienti dal servizio attivo o dalla vita civile, si addestrano intensivamente allo scopo di raggiungere, in brevissimo tempo, una adeguata forma militare unitamente al tratto ed ai modi appropriati allo status di Ufficiale della Marina Militare. Durante tutto l'Anno Accademico, i frequentatori seguono le lezioni, con insegnamento di tipo frontale, volte a fornire una conoscenza tecnica e professionale adeguata al futuro impiego a bordo o nei Comandi a terra.

.

Nella prima fase svolta in Istituto, gli Ufficiali, provenienti dal servizio attivo o dalla vita civile, si addestrano intensivamente allo scopo di raggiungere, in brevissimo tempo, una adeguata forma militare unitamente al tratto ed ai modi appropriati allo status di Ufficiale della Marina Militare. Durante tutto l’Anno Accademico, i frequentatori seguono le lezioni, con insegnamento di tipo frontale, volte a fornire una conoscenza tecnica e professionale adeguata al futuro impiego a bordo o nei Comandi a terra.

Accanto alle discipline tecnico-professionali, gli Ufficiali frequentatori effettuano attività teorico-pratiche volte al completamento della formazione dell’Ufficiale di Marina in generale ed in particolare per il Corpo di appartenenza. Ne sono esempio il Corso di Sopravvivenza in Mare, Il Corso Interforze di Medicina Campale, le esercitazioni al Simulatore di Plancia, la condotta dei Mezzi Navali e l’addestramento alla condotta di briefing alla presenza del pubblico, in lingua italiana e inglese

Nella seconda fase dell'Anno Accademico, gli Ufficiali frequentano i moduli integrativi quali ad esempio il Corso di Force Protection presso la Brigata Marina San Marco, il Corso di Medicina Campale e i moduli di difesa passiva anti-falla ed anti-incendio. Tutte queste attività, unitamente allo svolgimento di intensa attività ginnico-sportiva, confluiscono nella valutazione finale dei frequentatori, i quali saranno poi avviati alle future destinazioni presso i Comandi Operativi e Tecnici della Marina Militare e del Corpo delle Capitanerie di Porto.