Equitazione

La pratica dell'Equitazione militare è stata istituita in Accademia nel 1926 e costituisce, ancora oggi, un prezioso momento di crescita e maturazione della personalità e del carattere degli allievi. Essa è riconosciuta quale nobile ed antica disciplina che per essere praticata necessità di elevate capacità organizzative, coraggio, senso di responsabilità ed equilibrio emotivo ma ancor più di autorevolezza e capacità di comando.

L'equitazione è svolta regolarmente da allievi e frequentatori grazie alle strutture della Sezione Sportiva che offre la disponibilità di un maneggio attrezzato per il percorso ad ostacoli, oltre 50 cavalli per l'attività  e idoneo personale addetto all'addestramento ed all'assistenza.

Gli allievi e frequentatori selezionati, hanno inoltre modo di cimentarsi in manifestazioni equestri di elevata risonanza quale il Concorso Ippico dell'Accademia Navale che ha luogo annualmente,  di massima nella prima decade del mese di maggio, con l'intento di creare un'occasione di peculiare incontro formativo per i militari impegnati nello sport equestre. Il concorso si colloca al termine del ciclo di istruzione dei Guardiamarina/Aspiranti Guardiamarina e rappresenta un appuntamento periodico di confronto equestre, aperto anche ai  congiunti Istituti di Formazione dell'Esercito, ad altri Centri Ippici Militari ed altri rappresentanti dei maneggi civili provinciali.