Negli Incursori qualunque missione è preceduta da un briefing che ha lo scopo di illustrare la pianificazione della missione incombente. Questo è il tuo briefing! Esso sarà una guida su come prepararti per la tua prossima missione – il Corso Ordinario Incursori!!!

Introduzione

Il Corso Ordinario Incursori insegna il silenzio, la tenacia, la pazienza. Il suo è un programma di addestramento della durata di circa un anno che finisce con l’agognato "Basco Verde" e l’inizio di una vita unica, eccezionale: essere un operatore delle Forze Speciali della Marina Militare.
Tutte le attività del corso prevedono una gradualità negli impegni e seguendo giorno dopo giorno gli istruttori, con una adeguata motivazione e spirito di sacrificio, potrai supere test che ritieni oltre le tue possibilità, farai cose che consideri oltre la tua portata.
Non è possibile stabilire a priori chi può farcela e chi non può. Non esistono stereotipi. Tutti in potenza possono arrivare alla fine del corso. Gli unici ingredienti necessari sono la motivazione (la tua volontà) e lo spirito di sacrificio. Una buona preparazione fisica di base può aiutare a superare le prime difficoltà del corso ed è per questo che in questo opuscolo troverai anche informazioni utili su come prepararti fisicamente per affrontarlo e le modalità per la compilazione della domanda di partecipazione.
Gli Incursori lanciano una sfida personale a coloro che sono interessati come te. Il programma del Corso Ordinario ti farà superare i tuoi limiti fisici e mentali, giorno dopo giorno, fino a quando sarai duro e forte, sia fisicamente che mentalmente, per una avventurosa vita nel gruppo Operativo.
Lanciarsi in caduta libera da 10.000 piedi, navigare con dei battelli pneumatici per 100 miglia, attaccare un obiettivo, quindi navigare per 30 miglia per essere recuperati è una tipica missione per un Incursore ed è una avventura che molte persone possono provare solo leggendo un libro. Se tu vuoi cimentarti in una sfida che è anche un’avventura, la Marina Militare ha proprio il corso per verificare se "SEI SPECIALE".
Come Allievo Incursore, parteciperai ad addestramenti stimolanti che includono numerose opportunità per verificare la tua resistenza e capacità di comando. Il Corso Ordinario Incursori è veramente impegnativo, sia fisicamente che mentalmente, ma, attraverso un’adeguata voglia di riuscire, tu puoi affrontare la sfida con ottimismo.
Gli Istruttori saranno con te in ogni istante della tua giornata per verificare le tue capacità ed insegnarti a superarle, in loro devi avere fiducia.
Il corso è una sfida, ma se tu l’affronti con la determinazione di non fallire entrerà a far parte dei momenti più belli della tua vita. Buona fortuna.

Il corso

Il corso, della durata di un anno, inizia nel mese di Maggio ed è suddiviso in un periodo di accentramento, in tre fasi addestrative ed una fase finale.

Accentramento

L’accentramento al Corso occupa due settimane. L’aspirante allievo deve sostenere delle visite mediche presso l’infermeria di Comsubin ed affrontare i primi ostacoli del corso: le prove fisiche e di acquaticità. Superate queste prove l’aspirante Allievo può iniziare l’addestramento vero e proprio.

Prima fase (Combattimento a terra)

La prima fase dura 12 settimane. Gli allievi sono sottoposti ad una progressiva ma intensa preparazione fisica, con allenamenti nella corsa, ginnastica a corpo libero, nel nuoto e iniziati al combattimento terrestre ed alla topografia. Le attività diventano sempre più impegnative mano a mano che le settimane passano. Gli Allievi parteciperanno a prove settimanali di marcia veloce (prima in scarpe da ginnastica e quindi in tenuta operativa), percorso di guerra, scramble, marce topografiche ed operative.

Seconda fase (Combattimento in acqua)

Dopo aver completato la prima fase, l’allievo ha dimostrato agli istruttori di essere in grado di approfondire l’addestramento. La seconda fase dura 13 settimane. In questo periodo, l’allenamento fisico continua, ma l’attività è dedicata essenzialmente al nuoto di superficie ed a quello subacqueo con l’impiego dell’autorespiratore ad ossigeno. Dalle prime sedute di istruzione tenute in vasca operativa gli allievi imparano a nuotare in coppia in immersione. La capacità di effettuare il nuoto operativo mette l’allievo in grado di portare a termine missioni di attacco navale, capacità questa che distingue gli Incursori della Marina Militare dagli operatori di altre forze speciali.

Terza fase (combattimento anfibio)

La fase dura 12 settimane e l’attività preminente è incentrata sulla navigazione di superficie, sbarco, presa di terra ed infiltrazione nelle varie tipologie di costa, ivi compresa quella rocciosa, mentre continua l’addestramento nella navigazione campale, nelle pattuglie. Vengono impartiti addestramenti all’impiego degli esplosivi, delle armi e all’esecuzione di ricognizioni e attacchi ad obiettivi terrestri. La preparazione fisica continua e gli allievi vengono testati nell’esecuzione di brevi ma intense esercitazioni.

Quarta fase

L’ultima fase dura 15 settimane e gli allievi sono impegnati nella preparazione ed esecuzione delle esercitazioni finali, eseguite nel massimo realismo, e negli esami di fine corso. Ai promossi viene consegnato, con una semplice quanto indimenticabile cerimonia, l’ambito "Basco Verde" suggello del brevetto di Incursore della Marina Militare.

Nota: durante il corso agli allievi sono concessi i normali periodi di licenza ordinari, ed eventualmente straordinari.

Dopo il Corso Ordinario Incursori

I neo brevettati transitano nella categoria Incursori e passano in forza al Gruppo Operativo Incursori dove, per un periodo di circa sei mesi, sono introdotti alle tecniche e tattiche del Gruppo Operativo. Al termine di questo periodo, durante il quale riceveranno l’addestramento al lancio vincolato con il paracadute presso la CEAPAR, gli ormai completi Incursori vengono assegnati alle squadre del reparto pronti per essere impiegati.
Agli operatori del Gruppo Operativo Incursori si offre l’opportunità di frequentare, sia in Italia che all’estero, corsi di qualificazione di paracadutista con la Tecnica della Caduta Libera (TCL), disattivatore di congegni esplosivi, comunicazioni, sniper, Istruttore militare di alpinismo, interprete di aerofotografia, fotografo subacqueo, abilitazione all’impiego dell’autorespiratore ad aria fino a 40 mt. e molti altri. Nel prosieguo della carriera agli Incursori si offre l’opportunità di trovare impiego sempre presso il reparto, nella componente logistica o quale istruttore della Scuola Incursori.
In aggiunta alla normale paga, i brevettati Incursori percepiscono una indennità per Reparti Incursori e Subacquei, quella di aeronavigazione e di rischio relative alle ore di immersione effettuate.

Come fare la domanda per partecipare al corso

Requisiti:
  • Il corso è riservato al solo personale della Marina Militare;
  • I requisiti per partecipare al corso sono pubblicati su Foglio D’Ordini Marina (FOM) edito tra i mesi di Settembre e Dicembre;
  • Al corso possono partecipare i militari che alla data di inizio del corso non abbiano superato il ventisettesimo anno di età, inquadrati nel ruolo Marescialli, nel ruolo Sergenti e ruolo Truppa in Servizio permanente di tutte le categorie (incluso Infermieri), ed il personale in ferma breve triennale per i corsi specificati nel FOM;
  • I candidati dovranno risultare idonei alla visita medica per l’ammissione alla componente subacquea (categoria Incursori).
Procedura:
  • Gli aspiranti candidati dovranno presentare domanda al proprio Comando, a seguito della pubblicazione del FOM;
  • Gli aspiranti allievi saranno inviati a visita medica per l’accertamento dell'idoneità dai rispettivi Comandi/Enti, i quali faranno pervenire a Maristat U.G.P. 3° Reparto e per conoscenza Comsubin, le domande dei candidati risultati idonei. Questi ultimi saranno inviati, a cura di Maristat UGP 3° Reparto, a Comsubin per il completamento delle operazioni di selezione. I candidati dovranno presentarsi muniti del modello MECC-SA10/Cartella Sanitaria e del certificato rilasciato dall’Ente Sanitario attestante la loro idoneità alla frequenza del corso.
Consigli per le visite mediche:

A prescindere dalle patologie congenite per le quali poco si può fare, ti consiglio di condurre una vita controllata, non eccedere nel bere, nel cibo e svolgere una regolare attività ginnico sportiva che ti consentirà di affrontare con maggiore serenità, nell'ambito delle visite mediche, i test ematici (analisi del sangue) e l'esame cardiologico. Prima di affrontare la visita neurologica (elettroencefalogramma) cerca di trascorrere una notte di assoluto riposo. Per quanto attiene alle visite otorino, dentistica e oculistica evita di esporti ad ambienti eccessivamente rumorosi (limita le notti in discoteca nei periodi immediatamente antecedenti le visite, indossa le cuffie anti rumore se, in ambito lavorativo operi in ambienti particolarmente rumorosi), controlla e eventualmente cura, preventivamente, la tua dentatura e non affaticare la vista.