Si insediò a La Spezia il 15 Febbraio del 1870.

L’origine dei Dipartimenti della Marina Militare risale al 17 Novembre 1860, epoca in cui Eugenio Principe di Savoia – Carignano sanciva la suddivisione della Marina in tre Dipartimenti: Meridionale, Settentrionale e dell’Adriatico.

L’anno successivo il Vice Ammiraglio Ferdinando Pucci fu il primo Comandante Generale del Dipartimento Marittimo Settentrionale, a Genova.

Con Regio Decreto nr. 1174 del 22 febbraio 1863, Vittorio Emanuele II denominava quello Settentrionale, primo Dipartimento e ne delimitava i confini, comprendenti il litorale dal confine di Francia sino agli Stati Romani dopo Porto Ercole, l’isola di Sardegna e tutte le isole Italiane dalla Gorgona a Giannutri.

Col Regio Decreto 5477 del 31 Gennaio 1870, dopo l’inaugurazione dell’Arsenale, avvenuta in data 28 Agosto 1869 venne stabilita definitivamente che “Con data del 15 p.v. febbraio il Comando in Capo del 1° Dipartimento Marittimo avrà sede alla Spezia”

Con quella risoluzione il Contrammiraglio Carlo Cesare Cerruti assunse l’incarico alla Spezia, il 15 febbraio 1870, succedendo al Vice Ammiraglio Carlo Luongo, ultimo Comandante Generale della sede di Genova.

La denominazione di “Comando in Capo del Dipartimento Militare Marittimo Alto Tirreno” risale al 1923, anno in cui La Spezia fu elevata al titolo di provincia avendo giurisdizione su Piemonte, Valle D'Aosta, Lombardia, Liguria, Toscana e una porzione del Lazio.

Dal 31 Marzo 2014, il Dipartimento Militare Marittimo dell’Alto Tirreno, è stato riconfigurato in Comando Marittimo Nord, assumendo la giurisdizione su un più vasto territorio che comprende altre 7 Regioni: Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Marche, Umbria, per la sola provincia di Perugia, e Sardegna, perdendo la competenza sulla Regione Lazio.