Affondatore
Ariete corazzato con torri di I ordine


Re Galantuomo - Profilo - Ingrandisci Immagine
Giugno 1866
 Partenza per l'Italia

Re Galantuomo - Alla fonda - Ingrandisci Immagine
Dopo i lavori del 1894 - 1898


Inverno 1904 alla fonda a
La Spezia 


Cantiere:

Millwall - Londra
Impostazione: 1863
Varo: 1865
Completamento: 1866
Radiazione: 1907

Dislocamento:

Normale: 4.376 t
Pieno carico: 4.540 t

Dimensioni:

Lunghezza: 93,8 ( ft.) - 89,6 (pp) m
Larghezza: 12,2 m
Immersione: 5,5 mt

Apparato motore:

8 caldaie
1 motrice alternativa
Potenza: 2.700 HP

Velocità:

12 nodi

Combustibile:

474 t di carbone

Autonomia:

1.647 miglia a 10 nodi

Protezione:

Verticale: 127 mm
Orizzontale: 50 mm
Artiglierie: 127 mm
Torrione: 127 mm.

Armamento:

2 pezzi da 254/30 Armstrong
2 cannoni da sbarco da 80 mm.

Velatura:

1510 mq

Equipaggio:

309

Costruita nel cantiere Millwall di Londra in previsione della guerra contro l'Austria, fu consegnata alla Regia Marina il 6 giugno 1866.
Lo scafo era caratterizzato, a prora, da uno sperone fucinato di 2,50 mt. e poppa rientrante e arrotondata con un unico timone e un'elica. L'apparato motore era composto da 8 caldaie parallelepipede e una motrice alternativa orizzontale a due cilindri e biella di ritorno.
La protezione dello scafo era alta 2,20 mt. sul galleggiamento e 1,20 sotto e correva da propra all'estrema poppa con uno spessore massimo di 127 mm. in ferro dolce come pure la corazzatura del ponte di coperta e delle artiglierie.
Tra il 1867 e il 1873 subì varie modifiche tra cui la sostituzione degli alberi con un unico sistemato a poppavia del fumaiolo, la costruzione di un ponte di comando e l'imbarco di 6 pezzi da 120/40 mm., 8 da 57 mm., 4 da 37 mm., 4 tubi lanciasiluri.
Partecipò alla battaglia di Lissa come nave ammiraglia dell'Amm. Carlo di Persano tentando più volte di speronare la nave avversaria Kaiser senza successo. Per il resto della sua esistenza rimase sempre in Mediterraneo e fu radiato nel 1907.