Skip Navigation LinksHome page > Storia e Cultura > La nostra Storia > Almanacco storico navale

Armando Diaz
Incrociatore leggero



Profilo


Alla fonda


In navigazione


In defilamento


Cantiere:

O.T.O. - La Spezia
Impostazione: 1930
Varo: 1932
Completamento: 1933
Perdita: 1941

Dislocamento:

Normale: 6.710 Tonn.
Pieno carico: 7.194 Tonn.

Dimensioni:

Lunghezza: 169,3 (f.t.) - 160 ( pp.) mt.
Larghezza: 15,5 mt.
Immersione: 5,5 mt.

Apparato motore:

6 caldaie
2 turbine
2 eliche
Potenza: 95.000 HP

Velocità:

36  nodi

Combustibile:

1.230 t di nafta

Autonomia:

3.800 miglia

Protezione:

Orizzontale: 20 mm.
Verticale: 24 mm.
Artiglierie: 23 mm.
Torrione: 40 mm.

Armamento:

8 pezzi da 152/53 mm.
6 pezzi da 100/47 mm
2 mitragliere da 40/39 mm.
8 mitragliere da 13,2 mm.
4 tubi lanciasiluri da 533 mm.
2 aeroplani

Equipaggio:

507

Apparteneva alla classe "Condottieri" tipo "Luigi Cadorna" può essere considerato un lieve miglioramento delle unità della classe Alberto di Giussano. Non potendo trovare un impiego efficace in operazioni di squadra, durante la seconda guerra mondiale fu adibito a compiti di scorta e di protezione al traffico nazionale e germanico. Andò perduto il 25 bebbraio 1941 silurato dal sommergibile britannico Upright.