Skip Navigation LinksHome page > Storia e Cultura > La nostra Storia > Almanacco storico navale

Espero
Cacciatorpediniere 


Vista laterale

1920 - A Fiume con i legionari di D'Annunzio


Cantiere:

Pattison - Napoli
Impostazione: -
Varo: 1904
Completamento: 1905
Radiazione: 1923

Dislocamento:

Normale: 330 t.
Pieno carico: 360 t.

Dimensioni:

Lunghezza: 63,4 m (f.t.)
Larghezza: 5,9 m.
Immersione: 2,1 m.

Apparato motore:

3 caldaie
2 motrici alternative
2 eliche
Potenza: 5.200 Cv

Velocità:

30 nodi

Combustibile:

75/90 Tonn. di carbone
60 tonn. di nafta dopo la modifica della propulsione

Autonomia:

2200 miglia a 9 nodi

Armamento:

5 cannoni da 57/43 mm.
4 tubi lanciasiluri da 356 mm.

Equipaggio:

4 Ufficiali e 51 Sottufficiali, sottocapi e comuni

Apparteneva alla classe Nembo.
Derivato dal tipo britannico 27 Knotters, fu la prima serie di cacciatorpediniere italiane costruita dai cantieri italiani su licenza della Thornycroft. Complessivamente i “Nembo” risultarono unità che uguagliarono e poi superarono nell’armamento le contemporanee similari unità delle altre Marine.Nel 1908-1910 è fu modificato per la propulsione a nafta, i due fumaioli vennero sostituiti con tre di minori dimensioni ed imbarcò il nuovo armamento consistente in 4 cannoni da 76/40 mm e 2 tubi lanciasiluri da 450 mm. Nel 1914-18 imbarcò attrezzature poppiere per il trasporto e la posa di torpedini. Nel dopoguerra ebbe eliminato un fumaiolo ed arretrata la plancia. Il16/01/1921 ricevette il nome di Turbine ed il 07/01/1921 fu classificato torpediniera.