Skip Navigation LinksHome page > Storia e Cultura > La nostra Storia > Almanacco storico navale

Piemonte
Ariete torpediniere 


Profilo

In navigazione a lento moto

Alla fonda

Con il Gran Pavese durante la Rivista Marittima


Cantiere:

Armstrong - Elswick - USA
Impostazione: 1887
Varo: 1888
Completamento: 1889
Radiazione: 1920

Dislocamento:

Normale: 2.639 Tonn.
Pieno carico: 2.780 Tonn.

Dimensioni:

Lunghezza: 97,8 (f.t.) - 92,7 ( pp.) mt.
Larghezza: 11,6 mt.
Immersione: 5,1 mt.

Apparato motore:

4 caldaie
2 motrici alternative
2 eliche
Potenza: 12.000 HP

Velocità:

22 nodi

Combustibile:

560 tonn. di nafta

Autonomia:

7.000 miglia a 12 nodi

Protezione:

Orizzontale: 76 mm.

Armamento:

6 pezzi da 152/40 mm.
6 pezzi da 120/40 mm.
10 pezzi da 57 mm.
6 pezzi da 37 mm.
3 tubi lanciasiluri

Equipaggio:

257

Scafo con prua a sperone, poppa a incrociatore, timone compensato e alette di rollio che si estendevano per circa un terzo della lunghezza dello scafo.
Giunto  in Italia nell'ottobre del 1889 fu assegnato a compiti di squadra. Nel luglio del 1894 fu dislocato in Mar Rosso e, successivamente in Oceano Indiano per una campagna coloniale; da questo momento operò esclusivamente oltremare. Dall'agosto 1898 al gennaio 1900 effettuò una crociera intorno al mondo e poi altre lunghe crociere sopratutto nei mari dell'Africa e nell'Estremo Oriente. Tornò in patria per partecipare alla guerra italo-turca operando inizialmente in appoggio agli sbarchi in Libia e, successivamente, in Mar Rosso, partecipando, tra le altre cose, allo scontro di Kunfida.
Durante la Prima Guerra Mondiale, fu assegnato, con la squadra anglo-francese, alla base di Salonicco partecipando a varie missioni belliche, bombardando e appoggiando sbarchi sulle coste bulgare e turche.
Al termine del conflitto fu messo in disarmo per poi essere radiato il 15 maggio 1920.