Skip Navigation LinksHome page > Storia e Cultura > La nostra Storia > Almanacco storico navale

Molosso
Cannoniera d'appoggio
ex LSSL-63 ex LCS (L)(3)-63



 


 


Cantiere:

Albina Engine & Machine Works, Portland, Ore., numero di costruzione 186
Impostazione 2.10.1944
Varo 2.11.1944
In servizio US Navy 11.12.1944
                  Marina Militare 25.7.1951
Radiata dalla Marina Militare il 31.1.1974

Dislocamento:

246 o 250 t in carico leggero
312 t standard (in carico leggero)
387 t a pieno carico

Dimensioni:

lunghezza 48.3 m fuori tutto
46.6 m tra perpendicolari
larghezza 7.1 m
immersione a pieno carico (prua/poppa) 1.4/2.0 m
in carico leggero 1.2/0.8 m

Apparato motore:

8 diesel in carico leggero GM, 1.600 shp max
due eliche
due generatori principali da 60 kW
un generatore ausiliario da 30 kW

Velocità:

16.5 nodi max
14.5 nodi di crociera a 1.300 shp e 350 t

Autonomia:

5.500 mi a 12 nodi con 350 t di dislocamento
3.200 mi. a 13.5 nodi

Protezione::

scudi in acciaio STS (Special Tensile Steel) da 10 libbre per le postazioni d'artiglieria, la torre di comando e la timoneria

Armamento:

1 x 76 mm/50 DP (secondo altre fonti 1 x 40 mm)
2 x 2 40 mm con centraline di direzione del tiro Mk51
4 x 1 20 mm 4 x 12.7 mm
10 lanciarazzi Mk 7 (razzi da 4.5 pollici, 114 mm)

Equipaggio:

5/6 ufficiali, 65 graduati e comuni

Dispiegata a Okinawa il 16 aprile 1945 con le forze navali di riserva, con compiti di protezione dell'ancoraggio del Nakagusuku Wan (Buckner Bay) contro gli attacchi aerei e contro i barchini suicidi: abbatte un aereo e distrugge tre barchini durante questo periodo, poi viene assegnata al servizio picchetto radar fino al 10 luglio 1945. Dopo la resa del Giappone, va nella baia di Tokyo e a Yokosuka per tre mesi. Il 3 dicembre 1945 inizia il viaggio di rientro attraverso il canale di Panama fino a Green Cove Springs, Fla., dove va in disarmo nel maggio 1946 nella Reserve Fleet. Il 28.2.1949 ridenominata LSSL-63. Trasferita all'Italia in base al MDAP il 25 luglio 1951 come MOLOSSOL 9854. Radiata il 31.1.1974, demolita nel 1983