Skip Navigation LinksHome page > Storia e Cultura > La nostra Storia > Almanacco storico navale

Segugio
Cannoniera d'appoggio
ex LSSL-64 ex LCS (L)(3)-64



 


 


Cantiere:

Albina Engine & Machine Works, Portland, Ore., numero di costruzione 187
Impostazione 9.10.1944
Varo 7.11.1944
In servizio US Navy 18.12.1944
                  Marina Militare 25.7.1951
Radiazione dalla Marina Militare 31.12.1974

Dislocamento:

246 o 250 t in carico leggero
312 t standard (in carico leggero)
387 t a pieno carico

Dimensioni:

lunghezza 48.3 m fuori tutto
46.6 m tra perpendicolari
larghezza 7.1 m
immersione a pieno carico (prua/poppa) 1.4/2.0 m
in carico leggero 1.2/0.8 m

Apparato motore:

8 diesel in carico leggero GM, 1.600 shp max
due eliche
due generatori principali da 60 kW
un generatore ausiliario da 30 kW

Velocità:

16.5 nodi max
14.5 nodi di crociera a 1.300 shp e 350 t

Autonomia:

5.500 mi a 12 nodi con 350 t di dislocamento
3.200 mi. a 13.5 nodi

Protezione::

scudi in acciaio STS (Special Tensile Steel) da 10 libbre per le postazioni d'artiglieria, la torre di comando e la timoneria

Armamento:

1 x 76 mm/50 DP (secondo altre fonti 1 x 40 mm)
2 x 2 40 mm con centraline di direzione del tiro Mk51
4 x 1 20 mm 4 x 12.7 mm
10 lanciarazzi Mk 7 (razzi da 4.5 pollici, 114 mm)

Equipaggio:

5/6 ufficiali, 65 graduati e comuni

Il 1° aprile 1945 è a Okinawa, dove supporta con l'artiglieria un finto sbarco a Sakibaru Saki. Fin dal giorno successiovo viene assegnata a una esposta radar picket station a 15 miglia a NW di Iheya Jima: il 3 aprile abbatte il primo aereo nemico accreditato ad un LCS(L) durante il conflitto. Il 6 aprile, durante un attacco concentrato di kamikaze contro quella station, il DD-529 BUSH viene colpito due volte e il DD-801 COLHOUN quattro volte, mentre il nostro LCS(L)-64 abbatte un kamikaze senza subire danni, poi salva oltre 95 superstiti del BUSH affondato (come il COLHOUN). Dopo 56 giorni di servizio come radar picket (in turni di 10 giorni consecutivi seguiti da 4 giorni di riposo all'ancoraggio di Hagushi), la nave lascia Okinawa il 10 luglio 1945, a campagna ormai conclusa. Il 2 settembre, giorno della resa, va nella baia di Tokyo. Resta in Giappone fino al 3 dicembre 1945, quando prende la via del ritorno. Attraversato il canale di Panama va a Green Cove Springs, Florida, dove viene messa in disarmo nella Atlantic Reserve Fleet nel maggio 1946. Il 28.2.1949 ridenominata LSSL-64. 
Trasferita all'Italia nel luglio 1951 in base al MDAP come SEGUGIO, identificativo prima SE poi L 9855.
Radiata il 31.12.1974 e demolita nel 1983.