Skip Navigation LinksHome page > Storia e Cultura > La nostra Storia > Almanacco storico navale

Città di Palermo
Incrociatore ausiliario



 


 


Cantiere:

Cantieri navali Riuniti di Ancona
Impostazione : 1909
Varo: 1910
Perdita: 1916

Dislocamento:

3400 t.

Dimensioni:

Lunghezza: 110,8 m
Larghezza: 12,8 m

Apparato motore:

3 Turbine a vapore
3 eliche
Potenza: 12.000 cv

Velocità:

20 nodi

Armamento:

4 cannoni da 120/40 mm
2 cannoni da 47/40 mm

Equipaggio:

 

Piroscafo a vapore costruito per conto delle Ferrovie dello Stato. Allo scoppio delle ostilità fu requisito, armato e iscritto come Incrociatore Ausiliario e trasporto truppe. L'8 gennaio 1916 il Città di Palermo, mentre si trovava a circa 6 miglia a nord-est di Brindisi, urtò una mina posta dal sommergibile Tedesco UC-14 e affondò