Skip Navigation LinksHome page > Storia e Cultura > La nostra Storia > Almanacco storico navale

Pola
Incrociatore ausiliario



 


 


Cantiere:

Cantiere San Marco di Trieste
Impostazione: 1940
Demolita: 1997

Dislocamento:

450 t.

Dimensioni:

Lunghezza: 63 m
Larghezza: 7m

Apparato motore:

2 Motori diesel
2 eliche
Potenza: n.d.

Velocità:

20 nodi

Combustibile:

1.250 t di nafta

Armamento:

3 mtg da 20/65

Equipaggio:

 

Motonave costruita , con la gemella ROVIGNO, per conto della Societa Anonima di Navigazione Istria-Trieste. Fu requisita il 9 gennaio del 1942, armata e iscritta come Incrociatore Ausiliario e assegnata dapprima alla base di Brindisi, poi spostata a Prevesa. Compiva 231 missioni, finchè sorpresa a Saseno l'8 settembre 1943 veniva catturata dall'esercito Tedesco; mantenendo il proprio equipaggio ma con un picchetto armato tedesco a bordo, continuava il servizio di scorta a navi mercantili con militari Italiani prigionieri. Il 20 settembre 1943 succedeva un fatto incredibile. Si racconta che una batteria tedesca aprisse per errore il fuoco creando molta confusione della quale approfittava l'equipaggio Italiano che, pur disarmato ma animato dal Comandante in Seconda Lorenzo Fonda, sopraffaceva il picchetto tedesco, lo rinchiudeva nella stiva e riusciva a prendere il largo rientrando a Brindisi. Nel dopoguerra la nave rientrò in servizio civile, chiudendo la sua lunga carriera nel 1997 con la demolizione.