Skip Navigation LinksHome page > Storia e Cultura > La nostra Storia > Almanacco storico navale

S 56 (2°)
Torpediniera d'Alto Mare
Tipo Schichau da 79 T
Dal 31.1.1894: S 81



 


 


Cantiere:

Cantiere Schichau di Elbing, Germania
Impostazione: non nota;
varo: 8.5.1886;
in servizio: 13.9.1886; radiazione: 28.7.1910 

Dislocamento:

normale: 79 t
pieno carico: 96 t

Dimensioni:

Lunghezza: p.p. 39,00 m
Larghezza: 4,80 m
Immersione AV: 0,90 m
Immersione AD: 1,11 m
Immersione media: 1,00 m
Immersione AD (al calcagnolo): 2,01 m

Apparato motore:

Generatore: 1 caldaia tipo locomotiva
Macchina: 1 motrice alternativa verticale a duplice espansione
Elica: 1
Potenza: 1.000 hp (736 kW)

Velocità:

20 nodi

Combustibile:

17 t carbone

Autonomia:

300 miglia a 15 nodi
1.000 miglia a 10 nodi

Armamento:

2 tubi lanciasiluri fissi;
2 cannoni revolver Nordenfelt o Hotchkiss

Equipaggio:

17 tra Ufficiali, Sottufficiale e Comuni

La S 56 (2^) ricevette la stessa sigla numerica assegnata alla prima unità costruita nei cantieri Schichau, che era andata perduta durante il viaggio di consegna.
Il 30 agosto 1988 rimase gravemente danneggiata per aver investito la pirofregata corazzata San Martino.
Nel corso della guerra italo-turca fece parte della Divisione navi scuola.