Skip Navigation LinksHome page > Storia e Cultura > La nostra Storia > Medaglie di Oro al V.M.
Giuseppe Brignole

Giuseppe BRIGNOLE
Tenente di Vascello

Medaglia d'oro al Valor Militare
 

Comandante di torpediniera di scorta ad un posamine, avvistata una formazione di numerosi incrociatori e siluranti nemici che dirigevano per azioni di bombardamento di importanti centri costieri, ordinava al posamine di prendere il ridosso della costa ed attaccava l'avversario affrontando decisamente la palese impari lotta. Fatto segno ad intensa reazione, manovrava con serenità e perizia attaccando fino a breve distanza con il siluro e con il cannone, le unità nemiche.
La sua azione decisa e i danni subiti dalle forze navali avversarie costringeva queste a ritirarsi.
Esempio di sereno ardimento, di sprezzo del pericolo, di consapevole spirito di assoluta dedizione alla Patria.
Mar Ligure, 14 giugno 1940

Nacque a Noli (Savona) il 6 ottobre 1906. Arruolato nella Regia Marina per obbligo di leva ed ammesso, dal 1° gennaio 1928, alla frequenza del Corso Ufficiali di complemento conseguì, nel novembre dello stesso anno, la nomina a Guardiamarina. Imbracò prima sull'incrociatore  Quarto e poi sulla nave appoggio aerei Giuseppe Miraglia  e nell'agosto 1933, promosso Sottotenente di Vascello, fu posto in congedo per fine ferma.
Dopo aver ripreso gli studi, nel 1935 conseguì la laurea in Scienze Economiche presso l'Università di Genova a nel settembre dello stesso anno, per esigenze di carattere eccezionale, fu richiamato in servizio ed assegnato alla Squadriglia MAS di La Spezia con la quale poi partecipò ad alcune missioni durante il conflitto italo-etiopico e nella guerra in Spagna.
Nel 1937 conseguì la promozione a Tenente di Vascello e nel gennaio dello stesso anno fu destinato a Massaua, presso il Comando Superiore in Africa orientale.
Il 24 aprile 1940 ebbe il comando della torpediniera Calatafimi con sede a La Spezia. Il 14 giugno dello stesso anno contrastava efficacemente con quel mezzo una forte formazione navale francese diretta a colpire importanti obiettivi militari ed industriali nel Golfo Ligure.
Insignito con la massima decorazione militare per l'audace azione, mantenne il comando del Calatafimi fino all'8 settembre 1943 quando, rifiutando ogni forma di collaborazione con il Governo della R.S.I., venne internato in Germania.
Rimpatriato nel settembre del 1945 e conseguita la promozione a Capitano di Corvetta con anzianità 1.1.1944, nel febbraio 1947, a domanda, fu collocato in ausiliaria, passando poi nella riserva nel 1955 nel grado di Capitano di Fregata.
Giuseppe Brignole è morto a Genova il 30 luglio 1992.
Altre decorazioni e riconoscimenti per merito di guerra:

  • Medaglia di Bronzo al Valore Militare sul Campo (Mediterraneo orientale, ottobre 1942);
  • Medaglia di Bronzo al Valore Militare sul Campo (Mediterraneo, giugno 1942 settembre 1943);
  • Trasferimento in s.p.e. nel grado di Tenente di Vascello (1943).