Skip Navigation LinksHome page > Storia e Cultura > La nostra Storia > Medaglie di Oro al V.M.
Alfredo Cappellini

Alfredo CAPPELLINI
Capitano di Fregata

Medaglia d'oro al Valor Militare alla memoria

 

Per avere nella battaglia di Lissa, avvenuta il 20 luglio 1866 tra la flotta austriaca e quella italiana, preferito morire con tutti i suoi ufficiali ed il suo equipaggio, anziché abbandonare la pirocorvetta Palestro da lui comandata ed in preda alle fiamme.
R.D. 1° agosto 1866

Nacque a Livorno il 31 dicembre 1828. Entrato nella Regia Scuola Militare di Marina di Genova all'età di 14 anni, ne usci Guardiamarina il 4 aprile 1848. Partecipò alla Campagna di Crimea (1855-56) imbarcato su nave Governolo, si distinse nel bombardamento di Sebastopoli a di altre località costiere russe, ottenendo la promozione a Luogotenente di Vascello per meriti speciali.
Dopo vari imbarchi nel 1861 assunse il comando della R. Nave Veloce con la quale partecipò all'assedio di Gaeta, distinguendosi particolarmente per l'azione contro il torrione francese, per la quale fu decorato di Medaglia d'Argento al Valor Militare. Promosso Capitano di Fregata di 2a Classe nel 1866 e Capitano di Vascello di 1a Classe il 16 maggio dello stesso anno, assunse il comando della cannoniera corazzata Palestro con la quale nella battaglia di Lissa, affondò per i colpi ricevuti dalla corazzata austriaca Drache a per il conseguente scoppio della santabarbara.
Altre decorazioni:
  - Medaglia d'Argento al Valore Militare (Gaeta, 22 gennaio 1861).