Skip Navigation LinksHome page > Storia e Cultura > La nostra Storia > Medaglie di Oro al V.M.
Eugenio Casagrande

Eugenio CASAGRANDE
Tenente di Vascello

Medaglia d'oro al Valor Militare

 

Con costante serenità e cosciente sublime ardimento, compiva una serie di mirabili audacissime gesta per le quali, mediante la entusiastica illuminata dedizione all'arduo compito assunto, veniva aperta la via al raggiungimento di importanti obiettivi militari e di alte finalità nazionali.
Alto Adriatico, luglio - agosto 1918

  • Nacque a Roma il 3 settembre 1892. Allievo dell'Accademia Navale di Livorno dal novembre 1911, nel 1914 conseguì la nomina a Guardiamarina. All'inizio del primo conflitto mondiale passo ad operare nell'aviazione navale; non vi è forse, nella prima guerra mondiale, pur cosi ricca di vicende drammatiche ed atti di eroismo, una pagina cosi bella a suggestiva come quella scritta dal Tenente di Vascello Casagrande, pilota di idrovolanti e comandante di dirigibili.
    Al termine del conflitto fu nominato Conte di Villaviera, dal nome di un cascinale posto nel mezzo delle paludi adriatiche, nelle quali egli, nell'estate 1918, ammarò di notte in ben 16 missioni di recupero informatori.
    Partecipò all'impresa fiumana di D'Annunzio e nel 1923 transitò nell'Arma Aeronautica, dove raggiunse il grado di Generate di Brigata Aerea, nel R.O..
    Fu Deputato al Parlamento nella XXVII legislatura per la Circoscrizione del Lazio e dell'Umbria. Il 4 novembre 1925 effettuo con l'idroplano "Alcione", una transvolata oceanica. Mori a Venezia il 1° dicembre 1957.
    Altre decorazioni:
  • Medaglia di Bronzo al Valore Militare (Durazzo, San Giovanni di Medua, 1916);
  • Medaglia d'Argento al Valore Militare (Alto Adriatico, febbraio-luglio 1918).