Skip Navigation LinksHome page > Storia e Cultura > La nostra Storia > Medaglie di Oro al V.M.
Costanzo Ciano

Costanzo CIANO
Capitano di Fregata

Medaglia d'oro al Valor Militare

 

Al comando di una squadriglia di MAS percorreva novanta miglia entro mari nemici, spingendosi per angusti sinuosi canali, sorpassando strettoie sbarrate e difese da artiglierie, raggiungendo lo scopo di lanciare i sei siluri delle sue tre unità contro le navi rifugiate nella parte più profonda di un munito ancoraggio avversario.
Rifaceva quindi lo stesso cammino esponendosi alla reazione del nemico, la quale per mare, per terra, per aria si presentava facilissima, naturale, sicura sulla via del ritorno.
Buccari, 10 - 11 febbraio 1918

Nacque a Livorno il 30 agosto 1876. Entrato nell'Accademia Navale di Livorno all'età di 15 anni, ne uscì Guardiamarina il 16 luglio 1896. Conseguì poi la promozione a Sottotenente di Vascello nel 1898 e nel 1901 fu promosso Tenente di Vascello. Partecipò al  conflitto italo-turco del 1911-12 e nel 1913 ebbe un encomio solenne per aver compiuto missioni speciali di Polizia coloniale al comando del piroscafo requisito Siracusa.
Nel 1915, allo scoppio del primo conflitto mondiale, Costanzo Ciano si trovava destinato in Cirenaica, a Tobruk, nel grado di Capitano di Corvetta, e in una splendida operazione antiguerriglia riuscì a fare prigioniero il Comandante delle forze senussite a l'intero suo Stato Maggiore. Rientrato in Italia operò nel conflitto prevalentemente al comando di unità siluranti di superficie, compiendo numerosissime, arrischiate imprese per le quali fu insignito della massima decorazione al Valore Militare. Promosso Capitano di Fregata a scelta eccezionale il 16 giugno 1917 e Capitano di Vascello per merito di guerra il 1° aprile 1918, a domanda fu collocato in ausiliaria il 16 maggio 1919.
Con la data del 31 ottobre 1919 assunse la carica di Sottosegretario di Stato per la Regia Marina e di Commissario per la Marina Mercantile ed il 9 novembre 1923 conseguì la promozione a Contrammiraglio nella Riserva Navale.
Dal 1923 fu Deputato al Parlamento per la Circoscrizione di Savona e della Toscana quindi, dopo altri incarichi ministeriali, fu Ministro delle Comunicazioni.
Mori a Ponteci Moriano (Lucca) il 27 giugno 1938.
Altre decorazioni a riconoscimenti per merito di guerra:

  • Medaglia d'Argento al Valore Militare (Alto Adriatico, aprile-maggio 1916);
  • Medaglia d'Argento al Valore Militare (Alto Adriatico 1916);
  • Medaglia d'Argento al Valore Militare (Alto Adriatico, novembre 1916);
  • Medaglia d'Argento al Valore Militare (Venezia, 1917);
  • Medaglia di Bronzo al Valore Militare (Alto Adriatico, 1917);
  • Promozione a Capitano di Vascello (Buccari, 1918);
  • Ufficiale dell'Ordine Militare di Savoia (Pola, 1918);
  • Commendatore dell'Ordine Militare di Savoia (1918);
  • Distintivo per ferito di guerra.