Skip Navigation LinksHome page > Storia e Cultura > La nostra Storia > Medaglie di Oro al V.M.
Eugenio GRANDVILLE

Eugenio GRANDVILLE
Capitano di corvetta

Medaglia d'oro al Valor Militare alla memoria

 

Per essersi distinto nella repressione dei moti sediziosi di Palermo nei giorni 19, 20 e 21 settembre 1861.
R.D. 15 agosto 1867

Nacque a Firenze il 19 aprile 1841. Entrato alla Regia Scuola Militare di Marina di Genova nel 1855, il 25 luglio 1858 conseguì la nomina a Guardiamarina. Promosso Sottotenente di Vascello il 13 marzo 1861, nel 1863 venne nominato Luogotenente di Vascello ed il 25 gennaio 1877 Capitano di Fregata, raggiungendo poi il grado di Capitano di Vascello nel 1866, di Contrammiraglio nel 1893 e quello di Vice Ammiraglio il 16 giugno 1898.
Durante la sua brillante carriera partecipò alla Campagna dell'Italia meridionale (1860-61), distinguendosi particolarmente nell'assedio di Ancona a di Gaeta dove, per due distinti fatti d'arme, ottenne due Medaglie d'Argento al Valor Militare.
Nella Campagna navale di Lissa, imbarcato sulla fregata corazzata Re di Portogallo, meritò per il suo lodevole comportamento, una Menzione Onorevole (commutata nel 1887 in Medaglia di Bronzo al Valore Militare); il 21 settembre 1866 partecipò alla repressione dei moti sediziosi di Palermo, distinguendosi particolarmente e riportando una grave ferita al braccio sinistro; in tale circostanza fu decorato con la Medaglia d'Oro al Valor Militare.
Successivamente ebbe numerosi ed importanti incarichi di comando e da Vice Ammiraglio quello della 2a Divisione della Squadra Attiva. Nel 1898 fu destinato al Comando dei Dipartimento Marittimo di Venezia e, pochi giorni dopo aver lasciato la carica, mori nella stessa città il 17 giugno 1899.

Altre decorazioni:

  • Medaglia d'Argento al Valore Militare (Ancona, ottobre 1860);

  • Medaglia d'Argento al Valore Militare (Gaeta, gennaio 1861);

  • Menzione Onorevole (Lissa, 20 luglio 1866).