Skip Navigation LinksHome page > Storia e Cultura > La nostra Storia > Medaglie di Oro al V.M.
Luigi Longobardi

Luigi LONGOBARDI
Elettricista

Medaglia d'oro al Valor Militare alla memoria
 

Elettricista imbarcato su sommergibile attaccato con bombe di profondità da tre navi e un aereo avversari per dodici ore consecutive, si prodigava instancabilmente nello espletare con bravura e decisione i compiti affidatigli. Determinatasi la necessità di emergere ed autoaffondare il sommergibile ormai inutilizzato dalle esplosioni delle bombe, dava prova di eccezionale coraggio e profondo senso del dovere, restando al proprio posto fino alle estreme possibilità onde contribuire alla salvezza dell'unità.
Lanciatosi in mare negli ultimi istanti restava investito dallo scoppio di bombe lanciate da aereo ed immolava la giovane vita per un estremo ideale di Patria che lo aveva trattenuto sulla sua nave oltre il dovere.
Mediterraneo Orientale, 30 settembre 1940

Nacque a Lettere (Napoli) il 22 aprile 1920. Volontario nella Regia Marina dall'ottobre 1938 nella categoria Elettricisti, frequentò il Corso di specializzazione presso la Scuola C.R.E.M. di San Bartolomeo (La Spezia) ed al termine imbarcò sul sommergibile Gondar, sul quale operò nelle prime missioni di guerra compiute dall'unità. Il 30 settembre 1940, nello svolgimento di una delicatissima missione di trasferimento degli Operatori subacquei dei Mezzi Speciali ad Alessandria l'unità, avvistata ed attaccata con bombe di profondità da aerei nemici e costretta ad emergere dopo 12 ore d'intensa caccia, che causò ingentissimi danni, Luigi Longobardi si adoperò intensamente per predisporre l'unità all'autoaffondamento, lanciandosi in mare fra gli ultimi, restando però colpito dall'esplosione di una bomba d'aereo che lo uccise.