Skip Navigation LinksHome page > Storia e Cultura > La nostra Storia > Medaglie di Oro al V.M.
Carlo Sorcinelli

Carlo SORCINELLI
Sottotenente di vascello

Medaglia d'oro al Valor Militare alla memoria 

 

Giovane ufficiale già distintosi per coraggio ed abnegazione in precedenti fatti d'arme, in comando di M.A.S. che si trasferiva in base navale avanzata, veniva aggredito insieme ad altri due ufficiali da elementi faziosi che con armi alla mano intimavano di cedere al loro intendimento di consegnare l'unità al nemico oppressore della Patria divisa.
Malgrado la difficile situazione del momento e sebbene gli altri due ufficiali fossero già caduti, affrontava coraggiosamente gli aggressori, ma dopo impari lotta corpo a corpo, cadeva a sua volta colpito al petto da raffica di fucile mitragliatore, vittima del profondo senso di dedizione al dovere.
Sacrificando se stesso riaffermava le più nobili tradizioni dell'onore militare e riscattava dall'onta la propria Unità.
Mar Tirreno, 10 aprile 1944

Nacque a Porto Recanati (Macerata) il 27 febbraio 1920. Allievo all'Accademia Navale di Livorno dal 1938, il 28 agosto 1941 conseguì la nomina a Guardiamarina e nel febbraio 1942 la promozione a Sottotenente di Vascello.
Da Allievo effettuò crociere addestrative sulla nave scuola Cristoforo Colombo e da Guardiamarina imbarcò sull'incrociatore Luigi di Savoia Duca degli Abruzzi, sul cacciatorpediniere Camicia Nera ed infine da Sottotenente di Vascello, dal maggio al settembre 1943, sulla nave scuola Amerigo Vespucci dalla quale sbarcò per assumere l'incarico di insegnante all'Accademia Navale. Dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943 partecipò alla guerra di liberazione, operando nell'ambito dei Gruppo Mezzi d'Assalto finché, nel dicembre, ebbe il comando del MAS 505 della Flottiglia MAS di La Maddalena. Il 10 aprile 1944, nell'espletamento di una delicata missione presso il Comando francese di Bastia, aggredito in navigazione da elementi faziosi del suo equipaggio, incontrò tragica morte insieme al Capitano di Fregata Marcello Pucci Boncambi e al Tenente di Vascello Primo Sarti.
Altre decorazioni:

  • Medaglia di Bronzo al Valore Militare sul Campo (Banco Skerki, dicembre 1942);
  • Croce di Guerra al Valore Militare sul Campo (Mediterraneo centrale, novembre 1941);
  • Croce di Guerra al Valore Militare sul Campo (Mediterraneo centrale, agosto 1942).