Skip Navigation LinksHome page > Storia e Cultura > Ufficio Storico > I musei della Marina > Museo Tecnico Navale (SP) > Salone Attrezzature
Salone Attrezzature

Accanto al Salone superiore, si apre la Sala Attrezzature, sul cui ingresso è sistemato il nominativo in bronzo della nave austro-ungarica Arpad recante il nome del capostipite della famiglia regnante d'Ungheria, mentre sui cancelli sono posti i fregi del R.C.T Castelfidardo (1922 - 1943) e della cannoniera Governolo (1894 - 1912).

Nella Sala Attrezzatura, sulla parete nord, v'è la ruota del timone del Dragamine di Vigilanza 409 e due quadri contenenti i campioni dei vari tipi di cavi di canapa costruiti nella Corderia della Marina Militare a Castellammare di Stabia.

Sulla parete est vi sono alcuni mezzi modelli di unità varie, alcuni fregi e quattro scudi con raccolta di sciabole e baionette e il fregio della parte poppiera della cannoniera Sentinella (1874 - 1904).

Al centro della Sala vi sono sistemati dei quadri contenenti parecchie centinaia di nodi di manovra ed ornamentali, mentre lungo la vetrata esterna esiste una numerosa raccolta di bozzelli in legno ed in ferro, ad una o più ruote, ed alcune pastecche:

Lungo la parete est, nelle vetrine, sono esposti, fra l'altro, anche vari oggetti di attrezzatura navale facenti parte di quella che a bordo è chiamata la cala del nostromo tra i quali sono degne di nota:

  • il falso braccio;
  • l'ago da cucire per velaio;
  • l'amo da pescecane;
  • alcuni maniglioni, caviglie, bozzelli, e cento altre cose dai nomi strani ed affascinanti.