Skip Navigation LinksHome page > Mezzi > Navi

Navi Ausiliarie per Addestramento (AXL)


DescrizioneScheda Tecnica

Le Unità sono dislocate a Livorno, presso il Molo Mediceo durante l’anno accademico ove con estrema praticità gli allievi della 1ª e 2ª classe e gli aspiranti Guardiamarina e i Guardiamarina frequentatori del Ruolo Speciale con turnazioni appositamente predisposte, partecipano a tre uscite in mare pomeridiane settimanali.

Le uscite in mare hanno come sfondo la costa labronica, con fulcro l’antico porto mediceo di Livorno e la storica torre della Meloria, consegnata alla memoria dei posteri per lo scontro decisivo tra le repubbliche marinare di Pisa e Genova.

Ad ogni uscita gli aspiranti Guardiamarina del 3° anno e i Guardiamarina seguono un programma deciso dal Comandante della nave in accordo con il Comandante a capo della Squadriglia che consiste in esercitazioni pratiche di volta in volta scelte tra:

  • partecipazione e conduzione per il disormeggio e ormeggio della nave;
  • manovra di ricerca e recupero uomo in mare;
  • entrata e uscita dal porto, nonché navigazione in acque ristrette;
  • navigazione costiera di precisione con impiego di strumenti ottici;
  • manovra per presa di boa;
  • manovra di rimorchio;
  • precauzioni da adottare per la navigazione e la manovra in presenza di condimeteo avverse;
  • pianificazione della rotta ed operazioni di navigazione piana.
  • attribuzioni dell’Ufficiale di rotta;
  • documentazione e messaggistica operativa;
  • impiego degli strumenti di bordo preposti per le comunicazioni;
  • manovre cinematiche in formazione navale;
  • procedure per le segnalazioni marittime;
  • manovre di rimorchio e di rifornimento;
  • procedure per andare alla fonda;
  • dotazioni di bordo per l’abbandono della nave.

Gli allievi più giovani e meno esperti della 1ª e 2ª classe fanno conoscenza, dietro la guida dell’Ufficiale in 2ª, dei Sottufficiali di bordo e dei marinai più anziani, della struttura della nave e di tutta quella attrezzatura utile ad affrontare e o prevenire incidenti ed emergenze.
Gli Aspiranti Guardiamarina e i Guardiamarina dopo un breve breafing su quella che sarà l’attività dell’uscita in mare ( che prende il nome di Tirocinio di Manovra), prendono posto assumendo diversi ruoli e compiti su indicazione del Comandante che assegna in base alle conoscenze o lacune di ogni allievo. Nel corso dell’uscita i ruoli assegnati ruotano affinché ognuno abbia provato in prima persona la medesima manovra o incarico.
Con la nave dislocata a La Spezia nel periodo che va da luglio a settembre viene svolto il Tirocinio di Navigazione e Manovra per gli Aspiranti Guardiamarina del 3° anno, dove vengono affrontati in linea generale, con maggior tempo a disposizione e specificità, le esercitazione ed i programmi incontrati a Livorno.
Le uscite in mare hanno una durata di 8 ore, comprensive anche di periodi notturni, dove ogni nave imbarca un gruppo di allievi per circa dieci giorni. Il fine di quest’attività decisamente più intensiva è quello di incrementare ed approfondire le attività svolte nel periodo invernale/primaverile a Livorno durante il Tirocinio di Manovra.