Skip Navigation LinksHome page > Mezzi > Navi

Comandante Bettica
Pattugliatori d'Altura Classe Comandanti (PGH) Comandanti
Con ardire e con tenacia
La NaveLa storiaScheda TecnicaGalleria

Nave Comandante Bettica è la terza Unità della classe “Comandanti” che rappresenta per la Marina Militare l’evoluzione tecnologica delle piattaforme combattenti di seconda linea. L’Unità è progettata per l’attività operativa “a medio raggio”, la cui durata è valutabile in circa 10 giorni consecutivi senza rifornimenti. Tale attività si estrinseca in operazioni di sorveglianza, monitoraggio, deterrenza, tutela degli interessi nazionali ed interventi in missioni di soccorso. L’Unità é armata con un cannone Oto-Breda 76/62 super rapido e due mitragliere Oerlikon KBA 25/80 che garantiscono rapidità e precisione nel tiro ravvicinato a protezione della nave. È possibile, inoltre, imbarcare un elicottero modello AB212 o NH90 per il supporto ad operazioni di sorveglianza e di controllo del traffico mercantile.

La prima attività operativa alla quale Nave Bettica ha partecipato, è stata l’esercitazione BASILIC 02 il 24 novembre del 2003 nelle acque prospicenti il porto di Tolone. Dopo aver partecipato all’esercitazione OASIS 05 dal 26 aprile 2005 al 3 maggio 2005 nelle acque antistanti Biserta in Tunisia, l’Unità ha preso parte dal 28 agosto 2006 al 04 novembre 2006 all’operazione NATO Active Endeavour, in Mediterraneo Orientale. Nell’ambito dell’attività di promozione a favore dell’Industria Nazionale, Nave Bettica ha partecipato alle edizioni 2007 e 2009 dell’IDEX ad Abu Dhabi. Dal 16 febbraio 2008 al 01 luglio dello stesso anno la Nave ha operato sotto l’egida ONU all’Operazione IMPARTIAL BEHAVIOUR (UNIFIL MAROPS) nelle acque prospicenti le coste libanesi. Nave Bettica è stata la prima Unità europea a prendere parte alla EU NAVFOR Somalia - operazione ATALANTA fino al 3 aprile 2009 nelle acque dell’Oceano Indiano. Dal 11 giugno 2010 al 09 luglio 2010 ha partecipato all’esercitazione SWORDFISH 2010 in Oceano Atlantico. Dal 2 al 19 novembre 2010 ha partecipato nuovamente all’Operazione NATO Active Endeavour in mar Mediterraneo Orientale. Dopo la crisi e durante la guerra civile in Libia, ha garantito la scorta del convoglio degli aiuti umanitari a Bengasi nell’ambito dell’attività denominata EMERGENZA LIBIA. Per i 150 anni dell’Unità d’Italia la Nave ha partecipato alle celebrazioni tenutesi a Siracusa nel mese di marzo 2011.

Ha partecipato all’Operazione NATO UNIFIED PROTECTOR dal 28 marzo 2011 al 09 maggio 2011 assicurando all’interno di un dispositivo navale multinazionale l’attività di embargo, presenza e sorveglianza nel Mar Libico, contribuendo tra l’altro all’importante liberazione del Rimorchiatore italiano ASSO 22.

Dal 14 di maggio 2012 al 29 maggio 2012 l’Unità ha partecipato all’esercitazione NATO a guida USA PHOENIX EXPRESS 12, il cui obiettivo è l’addestramento al controllo traffico mercantile multinational, nell’ambito della cooperazione tra marine NATO e dei paesi rivieraschi della sponda meridionale del Mar Mediterraneo.

Dal 18 al 27 Aprile 2013 l’Unità è stata impegnata nell’esercitazione AMPHEX 13 tra il Mar Tirreno e le acque antistanti la Sardegna.

Dal 27 al 30 Maggio 2013 ha partecipato ai Tiri Contro Costa “LONG RANGE” presso il poligono di Capo Teulada, prima unità della classe Comandanti ad eseguire questa attività a caldo.

Dal 17 al 20 Settembre 2013 ha preso parte all’esercitazione bilaterale con la marina Algerina denominata MEDEX I-13.

Nave Comandante Bettica, la cui sede è Augusta, è quotidianamente impegnata nelle attività del comando delle forze da pattugliamento per la sorveglianza e difesa costiera (Vigilanza Pesca/controllo flussi migratori, supporto alla protezione civile) e nella formazione dei giovani comandanti/ufficiali di stato maggiore (A.G.P.O., Scuola Comando).