Skip Navigation LinksHome page > Mezzi > Navi

Durand de La Penne
Caccia Durand de la Penne
Utique vince
La NaveLa storiaScheda TecnicaGalleria

Varata il 20 ottobre 1989, consegnata alla Marina Militare il 18 marzo 1993. Il Porto di assegnazione è Taranto e la dipendenza gerarchica è COMFORAL – CINCNAV. Motto: “Utique vince”.

Principali attività svolte:

Nata inizialmente con il nome Animoso, nel 1992 il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare decise di intitolare l’Unità all’Eroe della seconda guerra mondiale Luigi DURAND DE LA PENNE e scomparso il 17 gennaio dello stesso anno, diventando la prima Unità con questo nome.

Terminati i lavori di fine garanzia, il 19 settembre 1994, l’Unità cambiava la sede di assegnazione da La Spezia a Taranto.

Dal 12 luglio 1996 al 4 aprile 1997 l’Unità ha partecipato alla campagna denominata “Periplo del mondo – Distant Oceans” visitando 34 porti esteri e percorrendo in totale 51027 miglia. In particolare nell’ambito di questa campagna:

  • il 28/07/1996 attraversava per la prima volta l’equatore;
  • il 26/08/1996 doppiava Capo Horn;
  • il 27/08/1996 navigava nel canale di Beagle;
  • il 29/08/1996 attraversava lo stretto di Magellano;
  • il 28/10/1996 attraversava la linea di cambio data;
  • il 10/01/1997 navigava all’interno della Grande Barriera Corallina lungo la coste orientali australiane;
  • il 31/03/1997 attraversa per la prima volta il canale di Suez in direzione Sud-Nord.

Dal 14 aprile al 31 luglio 1998 l’Unità ha effettuato una campagna in Nord Europa, nell’ambito della quale ha preso parte all’attività di BOST (Basic Operational Sea Training), dal 23 aprile al 15 giugno, presso il centro di tirocinio aeronavale inglese F.O.S.T. (Flag Officer Sea Training).

Dall’11aprile al 24 luglio 2000 l’Unità ha effettuato una campagna in Nord America, durante la quale ha toccato diversi porti degli Stati Uniti d’America percorrendo 18310 miglia. Dal 18 settembre 2000 al 23 marzo 2001 Nave DE LA PENNE partecipava alla STANAVFORMED in qualità di Unità di Bandiera. Successivamente dall’11 febbraio al 17 giugno del 2002 prendeva parte all’operazione ENDURING FREEDOM.

Dal 13 aprile al 7 luglio 2004 l’Unità ha preso parte alla campagna in Nord Europa, partecipando per la seconda volta al BOST.

Il 17 luglio 2006 ha condotto una operazione NEO (Non-combatant Evacuations Operation) a favore di personale civile in Libano che dal porto di Beirut è stato trasferito a Larnaca (Cipro).

Il 23 agosto 2007 effettua la IONIEX, addestramento avanzato bilaterale ITALIA-RUSSIA. Il 4 luglio 2008 assumeva l’incarico di Unità “flagship” della Standing Nato Maritime Group 2 (SNMG2) conducendo l’operazione di sorveglianza del traffico mercantile in Mediterraneo (Operazione Active Endeavour) e l’esercitazione Noble Midas 08.

Dal 23 ottobre al 12 Dicembre Nave DURAND DE LA PENNE veniva designata a condurre l’attività di scorta ed assistenza in Corno d’Africa, operazione “Allied Provider” assicurando:

  • cinque scorte di mercantili del World Food Program per il sostegno della popolazione somala;
  • sei interventi contro attacchi di pirateria verificatesi nel Golfo di Aden nei confronti dei mercantili in transito.

Il 7 aprile 2009, durante la sosta nel porto di Salonicco, assumeva il compito di “Flagship” della S.N.M.G. 2 e dirigeva nelle acque del Mediterraneo Orientale per partecipare all’operazione Active Endeavour. Terminata l’attività di sorveglianza, l’Unità dirigeva alla volta del Mare del Nord dove, dall’11 maggio al 28 maggio, partecipava all’esercitazione complessa Joint Warrior 09. Il 21 settembre 2009, il Cacciatorpediniere Luigi DURAND DE LA PENNE iniziava presso l’Arsenale di Taranto i lavori d’ammodernamento di mezza vita.

Il giorno 26 settembre 2011 il DURAND DE LA PENNE iniziava il periodo di tirocinio navale che completerà il 25 novembre dello stesso anno e contestualmente partecipava all’esercitazione Mare Aperto/Amphex 11.

Nell’anno 2012 l’Unità ha partecipato all’addestramento di Reparto ed all’attività Mare Aperto/Amphex 2012 in qualità di Nave sede di Comando.

Il 4 febbraio 2013 l’Unità partecipa alla esercitazione complessa MEDOR e successivamente, il 19 febbraio, partecipa alla esercitazione di difesa antisommergibile PROUD MANTA 13. Il 12 marzo prende parte alla esercitazione di difesa aerea integrata COMAO 13. Il 21 aprile svolge l’AMPHEX 13. Il 27 maggio dirige a sud della Sardegna per effettuare una campagna di validazione dei tiri contro costa “longe range”. Il 26 luglio partecipa ad una PASSEX OPPORTUNITY con la U.S. Navy, USS DE WERT, nel Golfo di Taranto. Dal 18 al 20 Settembre ospita a bordo il 19° campionato nazionale interforze di tiro a volo (specialità Double Trap” alla presenza del presidente della commissione difesa del senato, Sen. Luciano Rossi. Il 07 novembre effettua la IONIEX 13, addestramento avanzato bilaterale ITALIA-RUSSIA, con la RFS SMETLIVY.

Il 9 novembre viene ridislocata per partecipare all’operazione MARE NOSTRUM, effettua una sosta operativa a Malta nel porto della Valletta il 10 e l’11 novembre, dove riceve la visita del Presidente del Consiglio (On. Enrico Letta), il Ministro della Difesa (On. Mario Mauri), il Capo di Stato Maggiore della Difesa (Amm. Luigi Binelli Mantelli), e della Marina (A.S. Giuseppe De Giorgi) e il CINCNAV (A.S Filippo Maria Foffi). Il 20 novembre partecipa all’esercitazione ENTGAN 13.2 integrata nel dispositivo aeronavale Charles de Gaulle e ad altre Unità della Marine Nationale.

Il 14 febbraio 2014 l’Unità nel porto di Genova ha celebrato, (congiuntamente al Comando Subacquei ed Incursori della Marina con il quale si suggella il gemellaggio), il centenario della nascita della Medaglia d’Oro al Valor Militare Luigi Durand de la Penne.

Alla fine del 2014 la Nave ha partecipato alle operazioni di soccorso al traghetto Norman Atlantic, che il 28 dicembre aveva dichiarato l'emergenza al largo delle coste albanesi a causa di un incendio scoppiato a bordo.

2015:

Il 4 marzo 2015 il Supercaccia viene designato a svolgere la seconda sessione della “Mare Aperto 2015”, addestramento navale tenutosi nelle acque del golfo di Taranto fino alla sera del 6 marzo, giorno in cui l’unità rientra in porto.

Il pomeriggio del 16 marzo 2015 nave Luigi Durand de la Penne ha preso parte all’esercitazione ASW denominata “Blue SeaHake” con la Marina Militare tedesca; rientrata il giorno seguente e partecipa alla seconda sessione della stessa esercitazione il giorno 19 marzo.

Giorno 19 aprile 2015 la Nave viene chiamata a svolgere attività, all’interno del dispositivo dell’Operazione Mare Sicuro, nelle acque prospicenti la Libia; tale impegno si protrarrà fino al 20 giugno.

Il 28 settembre 2015 Nave Luigi Durand de la Penne viene ridislocata operativamente all’interno del dispositivo dell’Operazione Mare Sicuro fino al 13 novembre dello stesso anno

L’Unità, poi, ha svolto nei giorni 16, 17 e 18 dicembre 2015 attività di rappresentanza nel porto di Venezia in occasione dell’anniversario dell’Impresa d’Alessandria

La notte del 29 dicembre 2015 Nave Luigi Durand De La Penne è stata chiamata a soccorrere la M/N Norman Atlantic, unità in fiamme a largo delle coste greche. Le operazioni di soccorso si sono protratte fino al pomeriggio del 2 gennaio.

2016:

Il 3 febbraio 2016 Nave Luigi Durand de la Penne effettua, sotto la supervisione di Maricentadd, un modulo addestrativo relativo alle attività di Law Enforcement; dopo aver ormeggiato alla fonda durante la notte, rientra nel porto di abituale dimora nel pomeriggio del giorno successivo.

Il 14 febbraio l’Unità viene nuovamente ridislocata operativamente all’interno del dispositivo dell’Operazione Mare Sicuro; l’attività ha visto Nave Luigi Durand de la Penne impegnata principalmente nella protezione dei motopesca nazionali, ma anche nella raccolta informativa ed al controllo dello spazio aereo in occasione del rientro in Patria delle salme di connazionali deceduti in Libia. L’Unità fa rientro a Taranto il 23 marzo.

Il 5 aprile Nave Luigi Durand de la Penne svolge all’interno del Golfo di Taranto, un addestramento di Reparto Navale. Al termine dell’attività, giorno 7 aprile, l’Unità fa rientro nel porto di abituale dimora.