San Giusto 
Assalto Anfibio  San Giusto 
 
Coragio no manca co' semo nel giusto 
La NaveLa storiaIl ComandanteScheda TecnicaGalleria
 

Nave SAN GIUSTO è la prima ed unica nave della classe SAN GIUSTO, costituisce una versione migliorata e potenziata della classe SAN GIORGIO.

Il suo abituale porto di assegnazione è la Base Navale di Brindisi, dove dal 1 novembre 2013 dipende organicamente dal COMGRUPNAV UNO.

Secondo le denominazioni standard della NATO essa è definita una LPD (Landing Platform Dock), cioè una Unità da trasporto anfibio dotata di un bacino allagabile, designata per sbarcare truppe di assalto anfibio in operazioni di proiezione di potenza dal mare. La configurazione di uomini e mezzi trasportabili varia a seconda della tipologia di missione e, a titolo di esempio, si riportano di seguito le seguenti capacità: una compagnia d'assalto della Brigata Marina San Marco (330 uomini con il relativo equipaggiamento bellico e logistico); fino a 34 veicoli corazzati leggeri per il trasporto di fanteria (VCC-1 e/o LVTP-7); 3 motozattere per assalto in spiaggia (MEN) capaci di caricare in bacino e spiaggiare 2 mezzi corazzati alla volta ciascuna, 3 motoscafi veloci d'assalto a propulsione idrogetto (MDN), 170 ton. di equipaggiamenti speciali di fuoco ed infine 3 elicotteri tipo EH 101 sul ponte di volo attrezzati sia per il supporto di fuoco ad una operazione anfibia, sia per azioni di eli-sbarco.

Queste elevate capacità di trasporto rendono l'Unità anche molto versatile per operazioni di assistenza umanitaria, protezione civile, intervento in caso di calamità naturali nelle quali è stata più volte impiegata. In particolare, l’Unità può essere facilmente adattata per compiti del tipo:

• assistenza sanitaria (medico e logistico) in seguito a calamità naturali;

• trasporto di veicoli speciali;

• evacuazione della popolazione civile via mare e via elicotteri.

Gli ampi spazi e le capacità di alloggio ne consentono inoltre l'impiego come Nave Scuola per gli Allievi ufficiali dell'Accademia o delle Scuole Sottufficiali. A tale scopo è stata dotata di attrezzature didattiche e specialistiche ad-hoc.

Inoltre un sistema integrato di Comando, Controllo e Comunicazioni comprensivo anche di comunicazioni satellitari e di reti informatiche di distribuzione a bordo delle informazioni, rende l'Unità idonea quale sede di Comando per operazioni navali e/o anfibie condotte da staff multinazionali ed interforze.

Principali attività svolte:

• 1994: consegna a Nave San Giusto della bandiera di combattimento con una cerimonia svoltasi a Trieste il 14 aprile;

• 1994-2005: Campagne d’Istruzione per gli Allievi della 2^ classe dell’Accademia Navale;

• 1997: Operazione ALBA-NEO per attività di supporto alla popolazione civile albanese;

• 1999-2000: Operazione STABILISE per supporto operativo e logistico alle Forze Internazionali impegnate a Timor Est;

• 2000: Operazione CONCA D’ORO per il contrasto al crimine organizzato a Palermo;

• 2001: Esercitazione EOLO;

• 2003: Operazione ANTICA BABILONIA/IRAQI FREEDOM per il supporto al Contingente nazionale ed alle forze di Coalizione per il controllo traffici mercantili e la sicurezza dei vettori navali per il trasporto degli aiuti umanitari;

• 2004: Campagne d’Istruzione per gli Allievi della 2^ classe dell’Accademia Navale;

• 2005: Esercitazione STROMBOLI per l’attivazione di una Centrale Operativa Avanzata di Protezione Civile in mare nell’ambito dell’omonima emergenza;

• 2005: Esercitazione SORBET-ROYAL (supporto operativo e logistico allo staff imbarcato e alle 25 nazioni impegnate nell’esercitazione);

• 2006: Esercitazione nazionale MARE APERTO;

• 2008: Esercitazione EXER DEEP BLUE/LONG KNIFE e Campagna d’Istruzione per gli Allievi della 2^ classe dell’Accademia Navale;

• 2009: Esercitazione esercitazione LOYAL MARINER 09, Esercitazione MARE APERTO e Campagna d’Istruzione per gli Allievi della 2^ classe dell’Accademia Navale;

• 2010: Esercitazione AMPHEX, Esercitazione MARE APERTO e Campagna d’Istruzione per gli Allievi della 2^ classe dell’Accademia Navale;

• 2011: Operazione UNIFIED PROTECTOR per la protezione dei civili in Libia, anche attraverso l’implementazione della “No Fly Zone Plus” ed embargo navale;

• 2012: Esercitazione MARE APERTO/AMPHEX e Operazione antipirateria in corno d’Africa ATALANTA (Unità sede di Staff);

• 2013: Esercitazione AR-DUP con la Protezione Civile, Esercitazione AMPHEX e attività addestrativa di verifica della Capacità Nazionale di Proiezione di forze dal Mare (CNPM) in coordinamento con Reparti dell’Esercito;

• 2014: Operazione MARE NOSTRUM in supporto allo stato di emergenza umanitaria nello stretto di Sicilia, dovuto all`eccezionale afflusso di migranti provenienti dalle coste africane e del Medio Oriente. La missione potenzia l`attuale dispositivo di sorveglianza ed assistenza umanitaria in alto mare, finalizzato ad incrementare la sicurezza della vita umana.