Skip Navigation LinksHome page > Mezzi > Nuovi progetti
PPA: Pattugliatori Polivalenti di Altura

Il programma navale prevede la costruzione di dieci pattugliatori polivalenti d’altura (PPA), di cui 7 finora a contratto, di concezione innovativa in grado di sorvegliare e controllare gli spazi marittimi di interesse nazionale, vigilare sulle attività marittime economiche, concorrere alla salvaguardia dell’ambiente marino e alla tutela dei beni archeologici, supportare la protezione civile in operazioni di soccorso alla popolazione colpita da calamità naturali, concorrere alla scorta di gruppi navali, navi maggiori e mercantili.

Il requisito di alta flessibilità operativa di queste unità è recepito sin dalle fasi di progetto, così come la possibilità di integrare facilmente nuove capacità. Basti considerare che i nuovi pattugliatori sono progettati fin dall’inizio per produrre energia elettrica e acqua potabile in quantità tali da supportare una piccola cittadina (circa 6000 abitanti) colpita da calamità. Queste navi saranno inoltre caratterizzate da ampi spazi dedicati all’imbarco di materiali e impianti shelterizzati, che amplieranno ulteriormente la capacità ospedaliera, di trasporto di aiuti umanitari e d’imbarco di sistemi specifici per operazioni antinquinamento. La modularità del progetto, dunque, connettendo spazi e volumi al sistema di comando e controllo della nave, consentirà di aumentare alcune potenzialità operative specifiche come necessario in funzione della missione.

Le nuove navi saranno in grado di impiegare imbarcazioni veloci tipo RHIB (rigid hull inflatable boat) fino a una lunghezza di oltre 11 metri tramite gru laterali o per mezzo di una rampa di alaggio situata a poppa [le imbarcazioni fino a 11 m.(37’) solo dalle gru laterali; dalla rampa di alaggio di poppa fino a 9,35 m.] Per quanto riguarda i dati tecnici, i PPA avranno una lunghezza tra le perpendicolari di 133 metri e potranno raggiungere una velocità di oltre 32 nodi, grazie all’impianto di propulsione combinato diesel e turbina a gas (CODAG, COmbined Diesel And Gas); la consegna della prima unità della classe è prevista nel 2021. Non ci resta, dunque, che aspettare di vedere i nuovi pattugliatori polivalenti d’altura nelle nostre Basi che saranno dotate di unità nuove, multifunzionali ed efficienti.

 

 

Scheda dell'unità navale     
 lunghezza 133 mt
larghezza

16,5 mt

 dislocamento~ ​6000 tonnellate
​propulsione CODAGOL (COmbined Diesel And Gas Or eLectric)
velocità max
>10 nodi in propulsione elettrica
 32 nodi in propulsione con TAG (Turbina A Gas) ed MM.TT.PP.
autonomia5000 miglia @ 15 kts
Posti letto disponibili ​173
armamento
nr. 1 impianto da 127/64 Vulcano
nr. 1 impianto da 76/62 Sovraponte (kit Strales)
nr. 2 mitragliere 25/80 mm remotizzate
nr. 4 mitragliatrici da 12,7 mm
nr. 1 Sistema Acustico Multiruolo (arma non  letale)
nr. 1 Sistema Missilistico SAAM ESD con missili ASTER 15 e 30
nr. 1 Sistema Missilistico TESEO
nr. 2 lanciatori trinati per siluri leggeri (opzione)
​sensori

nr. 2 radar multifunzione a 4 facce fisse (banda X e C)
Sistema integrato di guerra elettronica
Sistema lancia inganni polivalente anti missile/siluro
Suite ASW basata su sonar attivo rimorchiato e relativa cortina idrofonica