Skip Navigation LinksHome page > Mezzi > Nuovi progetti

Le Fregate Europee Multi Missione

Il programma di cooperazione internazionale Italo-Francese FREMM prevede, per l’Italia, l’acquisizione 10 fregate multi-missione (6 di tipo “General Purpose” caratterizzate da elevata flessibilità di impiego operativo e 4 di tipo antisommergibile - caratterizzate da maggiori capacità in tale particolare forma di impiego operativo).

L’esigenza francese è invece relativa a 8 unità navali anch’esse differenziate in due tipologie, di massima analoghe a quelle nazionali (antisommergibile e attacco contro costa); pertanto il programma prevede, nel complesso, la costruzione di 18 navi per entrambe le nazioni.

Sulla base dell’accordo raggiunto fra nazioni e industria, è stato firmato il 16 novembre 2005, il contratto relativo alla fase di sviluppo, costruzione e accettazione in servizio delle unità per le quali è altresì prevista la fornitura di supporto logistico iniziale.

Il 9 maggio 2006 è stato siglato il primo atto aggiuntivo al contratto relativo alle fasi di sviluppo, progettazione di dettaglio e costruzione delle prime due unità nazionali. La prima FREMM italiana, in versione GP, è stata consegnata nel 2012 e sarà seguita da 4 navi antisommergibile e da altre 5 in versione GP, al ritmo di una all’anno.


Caratteristiche di piattaforma

 Dislocamento a pieno carico a fine vita 6900 t
 Lunghezza fuori tutto 144 m
 Larghezza massima 19,70 m
 Pescaggio medio 7,6 m
 Propulsione ibrida CODLAG 1 turbina a gas GE/AVIO LM 2500+G4 da 32 MW e motori elettrici reversibili montati sugli assi
 Generazione di energia elettrica 4 DD/GG con motori da 2.1 MW
 Propulsore di manovra
1 motore elettrico con elica prodiera azimutale retrattile
Sistema di gestione della Piattaforma di nuova concezione ed elevata automazione  
 Velocità massima 27 nodi
 Autonomia a 15 nodi 6000 miglia nautiche
 Vita minima attesa della nave 30 anni
 Equipaggio 165 (versione GP) e 167 (versione ASW)
 Alloggi 200
 Autonomia logistica 45 giorni

 
 
Composizione del Sistema di Combattimento

  • Sistema missilistico antiaereo SAAM IT a 16 celle per missili ASTER 15 e radar multifunzionale EMPAR
  • Cannone da 127/64 (solo per unità GP)
  • Sistema di difesa antiaereo a cortissimo raggio (ILDS) basato su 2 cannoni 76 SR OTOBREDA (uno solo per le unità GP) e due ADT multisensore AMS NA-25 DARDO-F (una a prora ed una a poppa)
  • Sistema missilistico superficie-superficie che prevede l’adozione del Sistema TESEO con capacità di lancio dei missili ASW MILAS
  • Due sistemi lanciarazzi SCLAR H OTOBREDA
  • 2 Radar di navigazione
  • Sonar a scafo dotato di sistema di scoperta mine e telefono subacqueo
  • Sonar rimorchiato
  • Sistema di lancio contromisure di difesa antisiluro
  • Sistema di scoperta e tracciamento infrarosso tipo SASS (GALILEO)
  • Sistema di comando e controllo (CMS) basato sul sistema già sviluppato per Orizzonte
  • Sistema di comunicazioni interne ed esterne integrate con capacità satellitari militari e civili
  • Sistema di guerra elettronica (EWS) 
  • Due elicotteri NH-90 o 1 NH90 + 1 EH-101 con sistema di movimentazione assistita