Skip Navigation LinksHome page > Mezzi > Sommergibili

Gazzana (S525)
Sauro Quarta serie
 
“Clarior ex tenebris"
Il battelloLa storiaScheda TecnicaGalleria
 

Il sottomarino Gianfranco Gazzana Priaroggia è la seconda delle due Unità costituenti la classe Sauro 4^ serie. Impostato il 12 Novembre 1992, è stato varato a Monfalcone il 26 giugno 1993 ed è stato consegnato alla Marina Militare il 12 Aprile 1995.

E’ stato realizzato adottando concetti e tecnologie di costruzioni innovative. Rispetto alle precedenti serie della classe Sauro, le maggiori dimensioni hanno permesso una diversa utilizzazione e distribuzione degli spazi interni, con notevoli miglioramenti delle capacità operative e delle condizioni di vita a bordo.

Dal punto di vista operativo il Gazzana si colloca tra le Unità di tipo convenzionale (SSK) ed è in grado di soddisfare pienamente i compiti di controllo e difesa delle zone marittime di interesse della Marina Militare.

Il porto di assegnazione del Sommergibile Gazzana è Taranto, sede di Comando della Flottiglia Sommergibili, dal quale l’Unità stessa dipende organicamente.

Dalla metà degli anni ‘90 ad oggi il battello ha effettuato numerose attività a carattere operativo, addestrativo e tecnico-sperimentale.

Le attività operative nazionali riguardano prevalentemente la Sorveglianza nel Mediterraneo allargato, nell’ambito della lotta al terrorismo marittimo, la repressione del narcotraffico, il monitoraggio antinquinamento da idrocarburi ed il controllo dell’immigrazione clandestina. In ambito internazionale il Gazzana ha impiegato le sue capacità di “early warning” a favore dei dispositivi aeronavali dell’Alleanza Atlantica. Tra le numerose attività svolte spiccano per particolare rilievo:

• Contrasto dell’immigrazione clandestina nelle acque del Canale di Sicilia (Operazione Tiziano 2011);

• Sorveglianza del Mediterraneo Allargato (2003-2012);

• Supporto all’Operazione Mare Nostrum. Il 09 novembre 2013 il Smg GAZZANA ha permesso l’arresto di 16 scafisti in flagranza di reato e il salvataggio di 176 migranti, tra i quali donne e bambini.

Oltre alle attività “real world” il Gazzana ha partecipato attivamente a numerose esercitazioni complesse, nel ruolo di Submarine Killer, contrasto Antinave, Intelligence, Supporto alle Operazioni Speciali e Soccorso Sommergibili:

• Con le Unità navali e gli aereomobili della Squadra Navale nei cicli Pegaso, Mare Aperto, Amphex e Tirnav;

• Con il personale del Gruppo Operativo Subacquei nell’ambito del soccorso a sottomarini sinistrati nei cicli Smerex;

• Con il personale specialista del Gruppo Operativo Incursori e del Reggimento San Marco nell’ambito delle Operazioni Speciali;

• a livello NATO nei cicli Dog Fish, Proud Manta, Destined Glory, Loyal Midas, Noble Mariner, Noble Manta, Dynamic Guard;

• a livello Bilaterale con la Marina Russa nei cicli Ioniex.