SEGNALAMENTI DA NEBBIA (NAUTOFONI)
  

Sono dispositivi elettroacustici impiegati in zone marine e lagunari frequentemente interessate da fenomeni di nebbia e scarsa visibilità, per segnalare al navigante la presenza di ostacoli o le estremità dei moli di accesso ai porti. Sono generalmente costituiti da:

   un emettitore acustico: possono essere direzionali oppure omnidirezionali.
I primi vengono generalmente impiegati nei moli mentre i secondi sulle piattaforme petrolifere e sui terminali degli oleodotti;

   un quadro di Comando e Controllo;

   un rilevatore automatico di nebbia (Fog Detector) che, opportunamente tarato, rileva la presenza di condizioni scarsa visibilità e, attraverso il quadro di Comando e Controllo, comanda l’attivazione dell’emettitore acustico per tutto il periodo di permanenza della nebbia o foschia densa;

La caratteristica sonora riproduce una lettera dell’alfabeto Morse. La portata sonora del nautofono, intesa come la distanza massima alla quale l’informazione acustica può essere udita con sufficiente chiarezza, si aggira di norma intorno alle 3 miglia nautiche ma è fortemente condizionata dai fenomeni di propagazione dell’atmosfera, da fenomeni ambientali (orografia del territorio) e da fattori soggettivi (rumore dei motori di propulsione dell’unità).