Marina Militare

Palombari della Marina Militare e Artificieri dell'Esercito Italiano rimuovono residuato bellico rinvenuto sulla sponda del lago di Bracciano

2 ottobre 2020 Redazione SMD

​I Palombari del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) del Comando Subacquei ed Incursori (Comsubin) della Marina Militare , distaccati presso il Nucleo Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi (SDAI) di La Spezia, hanno condotto insieme agli artificieri dell’Esercito Italiano in forza al 6° Reggimento Pionieri di Roma una delicata operazione di rimozione e neutralizzazione di un proiettile da mortaio di 81mm di nazionalità americana, risalente all'ultimo conflitto mondiale.
L’intervento d’urgenza, disposto dalla Prefettura di Roma a seguito del rinvenimento dell'ordigno presso un tratto di spiaggia libera dell lago di Bracciano in località Anguillara (RM), ha permesso la rimozione e distruzione del manufatto.
L’ordigno è stato rimosso dai Palombari e consegnato agli artificieri che lo hanno trasportato nella zona di sicurezza, individuata dalla competente Autorità, per il successivo brillamento.
E’ bene ricordare a chiunque dovesse trovare oggetti che per forme e dimensione possano richiamare un ordigno esplosivo o parti di esso, che questi manufatti possono essere molto pericolosi, pertanto non devono essere toccati o manomessi in alcun modo, ma la loro presenza deve essere immediatamente segnalata alle forze dell'ordine, così da consentire l’intervento degli artificieri al fine di ripristinare le condizioni di sicurezza.